Attualità
L'intervento

Il marciapiede sconnesso di via Buonarroti verrà rifatto: previsto il taglio di 7 alberi

I lavori partiranno a fine mese: tutti i dettagli

Il marciapiede sconnesso di via Buonarroti verrà rifatto: previsto il taglio di 7 alberi
Attualità Monza, 05 Agosto 2022 ore 09:27

Il marciapiede sconnesso di via Buonarroti verrà rifatto: previsto il taglio di 7 alberi. I lavori, a Regina Pacis (Monza), partiranno a fine mese.

Il marciapiede verrà rifatto

Inizieranno dopo la pausa estiva, il prossimo 29 agosto 2022, gli interventi legati al progetto di riqualificazione dei marciapiedi e delle aiuole in via Buonarroti, nel tratto compreso tra via Mentana e via Rota.

"Le radici compromettono il passaggio"

Allo stato attuale i marciapiedi presentano tratti fortemente sconnessi, "a causa delle radici particolarmente ingombranti di alcune alberature che compromettono la sicurezza del passaggio", come fanno sapere dal Comune.

La soluzione progettuale individuata consente di riqualificare i marciapiedi, eliminando le barriere architettoniche e ridisegnando le fermate dei bus. "Accanto a queste priorità è prevista la salvaguardia del patrimonio arboreo esistente nella maggioranza dei casi, riuscendo a limitare i danni agli apparati radicali coinvolti", hanno spigato ancora dal Comune.

Sette alberi verranno tagliati

Per 7 casi invece - su indicazione degli agronomi – si renderà necessario l’abbattimento delle alberature: in cinque casi perché le interferenze risultano incompatibili con la corretta esecuzione dell’intervento di eliminazione delle barriere architettoniche e negli altri due per la messa a norma delle due fermate autobus. Tutte le piante abbattute saranno sostituite con essenze autoctone, idonee per questa tipologia di intervento.

Gli abbattimenti dello scorso anno

Lo scorso anno il Comune aveva proceduto con l'abbattimento di otto alberi in via Buonarroti, in concomitanza col superstore Iperbimbo  (e dunque a San Donato). Una decisione che la precedente Amministrazione targata Dario Allevi aveva motivato col fatto che interferivano con i manufatti, gli impianti tecnologici e la rete fognaria. I residenti si erano mobilitati per salvare le piante. Invano.

"Sicurezza e accessibilità"

“Riconosciamo l’importanza di preservare il patrimonio botanico e arboreo della città - ha fatto sapere Marco Lamperti, assessore al Governo del Territorio – ma abbiamo anche bisogno di ripristinare al più presto condizioni di sicurezza e di accessibilità in questa importante arteria cittadina mediante la rimozione delle barriere architettoniche. In questi giorni siamo riusciti con gli uffici a salvaguardare tre alberature rispetto alla proposta iniziale di riqualificazione delle fermate e credo che questo provi la nostra sensibilità sul tema”.

Le fasi dell'intervento

I lavori - previsti nella convenzione stipulata con un operatore privato nel dicembre 2020 - saranno eseguiti in 8 lotti che si concluderanno nel febbraio 2023, per non intralciare il traffico dell’importante viale di accesso alla città.

Per questo motivo il cantiere mobile non supererà i 40-45 metri di estensione complessiva, sempre assicurando il rispetto delle necessarie condizioni di sicurezza: la prima fase interesserà il tratto compreso tra via Buonarroti e via Quarnaro, lato civico pari.

I restringimenti della carreggiata

Durante l’esecuzione dei lavori sono previsti restringimenti di carreggiata e la creazione di senso unico alternato regolamentato da movieri. Il cantiere sarà allestito nelle sole ore diurne, per essere rimosso a fine giornata e riallestito in quelle successive; sarà sempre consentito l’accesso protetto ai residenti, ai titolari e ai fruitori degli esercizi commerciali. Le lavorazioni garantiranno quanto possibile il transito dei mezzi pubblici, che verranno deviati in modo limitato previo avviso.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie