Attualità
Ordine del giorno

Il Movimento 5 Stelle interroga la Regione sul futuro del Golf Club Parco di Monza

Marco Fumagalli: "C’è la volontà di Regione di far tornare il Parco alla sua naturale destinazione e quindi cessare la destinazione a campo da golf?".

Il Movimento 5 Stelle interroga la Regione sul futuro del Golf Club Parco di Monza
Attualità Monza, 01 Dicembre 2022 ore 16:00

Un ordine del giorno depositato in Regione per avere indicazioni precise circa il futuro del Golf Club Parco di Monza. A depositarla nelle ultime ore è stato il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Marco Fumagalli. 

Il Movimento 5 Stelle interroga la Regione sul futuro del Golf Club Parco di Monza

“Ho depositato un ordine del giorno per sapere se la Giunta regionale intenda dare indicazioni specifiche al Consorzio Parco e Villa Reale circa il futuro del Golf Club - ha affermato Fumagalli. Il Golf Club occupa una parte rilevante del Parco di Monza, ma solo pochi facoltosi fortunati posso usufruire di quest’area. Tra l’altro un campo da golf non è certo un uso compatibile con un parco storico e monumentale in quanto la sua manutenzione richiede uso di diserbanti e concimi, che distruggono il normale manto erboso del parco al fine di ottenere un green buono solo per le esigenze dei giocatori. Non è certamente il canone - circa 600mila euro l'anno per un milione circa di metri quadri all'interno del Parco di Monza - pagato dal Golf un adeguato ristoro rispetto alla privazione dell’uso pubblico di una rilevante area del Parco".

"Abbiamo un'occasione storica: riprenderci tutto il parco"

"C’è la volontà di Regione di far tornare il Parco alla sua naturale destinazione e quindi cessare la destinazione a campo da golf? - si chiede Fumagalli. Il consorzio, presieduto dal Sindaco di Monza, ha prorogato la concessione al Golf club di un anno fino al 31 dicembre 2023. Peccato che la concessione attuale abbia solamente lo scopo di concedere ad un circolo ristretto di persone l’uso esclusivo di una rilevante porzione di un bene pubblico. Dovrebbe esistere a livello istituzionale la volontà di predisporre una gara attraverso la quale porre veramente l’uso del campo da golf e le altre strutture, quali piscina e ristorante, nella disponibilità di tutti i cittadini, come normalmente accade per tutti gli altri impianti dati in concessione, come piste da sci o impianti sportivi vari? Ora abbiamo un’occasione storica: riprenderci tutto il parco. E non possiamo farcela scappare” conclude il Consigliere.

Seguici sui nostri canali
Necrologie