Attualità
Monza

Il quartiere diventa un gioco Cedernopoly ha divertito tutti

Un’iniziativa originale ideata dall’oratorio Frassati per la Festa della Famiglia.

Il quartiere diventa un gioco Cedernopoly ha divertito tutti
Attualità Monza, 05 Febbraio 2022 ore 18:00

«La famiglia non è la somma delle persone che la costituiscono, ma una comunità di persone. E una comunità è di più che la somma delle persone. È il luogo dove si impara ad amare, il centro naturale della vita umana. È fatta di volti, di persone che amano, dialogano, si sacrificano per gli altri e difendono la vita, soprattutto quella più fragile, più debole».
Queste parole proferite da Papa Francesco non potrebbero descrivere meglio il legame che unisce gli abitanti di Cederna, reso ancor più vivo e solido dalla presenza della parrocchia e dell’oratorio Frassati. Ed è stato proprio per regalare al quartiere una giornata speciale che in occasione della Festa della Famiglia gli animatori hanno organizzato un’iniziativa davvero originale.

Il quartiere diventa un gioco Cedernopoly ha divertito tutti

Nel pomeriggio di domenica scorsa il rione si è costellato di palloncini colorati portati da decine e decine di bambini protagonisti del «Cedernopoly», un percorso a tappe tra le vie del quartiere ispirato al celebre gioco da tavolo «Monopoly». Mappa alla mano, grandi e piccini sono partiti dai giardinetti di via Poliziano per superare le prove sparse lungo il tragitto, guadagnare soldi e ritrovarsi infine in oratorio per acquistare il maggior numero di palazzi e ottenere così la vittoria. Uniche regole: essere creativi e, soprattutto, divertirsi!

Fare costruzioni con i Lego, seguire la coreografia di un ballo gruppo, improvvisare storie o riportare una rivisitazione de «La Bella e la Bestia» alla sua versione originale. Questi alcuni dei tanti giochi a cui persone di tutte le età hanno partecipato con grande entusiasmo, contribuendo a portare a Cederna una ventata di allegria e spensieratezza, vitali in un periodo come questo, così buio e pieno di paure.

«Oltre a celebrare la Festa della Famiglia, per la parrocchia Sacra Famiglia è anche la festa patronale. Non volevamo rinunciare a festeggiare queste ricorrenze così importanti per la nostra comunità, ma dato il momento ancora critico il pensiero è stato quello di creare qualcosa in linea con i protocolli anti Covid. E grazie al grande impegno degli animatori ci siamo riusciti- ha spiegato Davide Forte, educatore responsabile dell’oratorio Frassati e ideatore dell’iniziativa- Sebbene ad oggi molti bambini siano in quarantena, bisogna pensare anche a coloro che fortunatamente non sono stati contagiati e necessitano di proposte stimolanti, che li coinvolgano e non li facciano mai sentire abbandonati a se stessi. Noi non ci arrendiamo e lavoriamo per costruire ogni giorno proposte dedicate al quartiere, che è sempre molto ricettivo e partecipativo. L’importante per noi è far sentire alle persone che non sono sole, che ci siamo e vogliamo creare opportunità per riempire questo vuoto lasciato dal virus».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie