Menu
Cerca
Gioia

Il sindaco si vaccina e manda un messaggio forte

Dario Allevi ha ribadito che i dati stanno scendendo e nessuna scuola ha quarantene

Il sindaco si vaccina e manda un messaggio forte
Attualità Monza, 31 Maggio 2021 ore 20:33

Dopo mesi in prima linea, è stata un’emozione venire sottoposto al vaccino Covid 19. E talmente tanto era l’entusiasmo che il sindaco Dario Allevi ha condiviso sui social quel momento in cui gli veniva iniettato il siero, oggi, lunedì mattina 31 maggio 2021, all’Hub Philips. Mandando  così un messaggio forte ai suoi cittadini.

Il sindaco si vaccina

«Mi sono prenotato subito quando hanno aperto la fascia 50-59 anni e posso dire di aver visto una perfetta organizzazione - ha raccontato- Avevo 80 persone davanti ma non ho aspettato più di 20 minuti che mi chiamassero. Ho fatto i complimenti a tutte le persone che lavoravano lì, dai medici agli infermieri, ai volontari di Protezione civile e Croce Rossa. Si va avanti sette giorni su sette e sono contento di aver toccato con mano quanto bene funzioni la campagna vaccinale a Monza».
Allevi ha trovato tanti coetanei che come lui si erano prenotati.

Bassa risposta dei trentenni?

«Ancora non so come è l’andamento delle fasce giovani e non so se c’è una diminuzione delle prenotazioni rispetto alle fasce maggiori di età anche a Monza come nel resto d’Italia - ha aggiunto - Cercherò di capirlo alla prossima riunione. Sicuramente dobbiamo coinvolgere i cittadini più giovani e quando si scende di età devono essere bravi anche i genitori nel sensibilizzare i ragazzi. Anche per questo ho voluto mettere sui social l’avvenuta vaccinazione, per incentivare i più dubbiosi a non aver paura. Prima lo facciamo tutti, prima ne usciamo».
In generale la campagna vaccinale sta proseguendo bene e sta abbassando notevolmente i dati dei contagi.

Dati bassi e nessuna quarantena a scuola

La media dei casi Covid degli ultimi 5 giorni è cinque positivi al giorno e 50 per la Provincia, quindi numeri molto bassi. «Era da luglio che non c’erano dati così buoni, per il lockdown severo e la bella stagione, ma poi erano risaliti. Ora abbiamo lo scudo dei vaccini, speriamo di fare i prossimi mesi tranquilli. Anche a scuola non c’è nessuna classe in quarantena per fortuna!». Allevi ha potuto vedere anche la voglia di vivere dei monzesi nel weekend. «Sono stato felice, erano mesi che non vedevo la città così viva, Villa Reale che riapriva con migliaia di persone entusiaste, l’Acquarello, i tavolini dei bar pieni, tante persone al Parco. Spero sia stato davvero il weekend della ripartenza perché ne avevamo bisogno, vedevo la gioia di vivere di tutti, ma sempre nel rispetto delle misure di contenimento e ne sono felice».

Necrologie