Attualità
Villasanta

Il sogno del sindaco: «Trasformiamo la stazione in Villasanta-Parco Reale»

Luca Ornago ha lanciato un appello a Rfi: «Sarebbe un richiamo per i turisti e un volano per l’economia del nostro paese»

Il sogno del sindaco: «Trasformiamo la stazione in Villasanta-Parco Reale»
Attualità Vimercatese, 19 Febbraio 2022 ore 17:00

Cambiamo nome alla stazione ferroviaria e aggiungiamo «Parco Reale» a Villasanta per favorire l’arrivo di turisti diretti al Parco.

Il sogno del sindaco: «Trasformiamo la stazione in Villasanta-Parco Reale»

E’ questo il sogno manifestato a chiare lettere dal sindaco Luca Ornago che, di fatto, ha lanciato una sfida alla vicina Monza. Un desiderio che si è presto trasformato anche in un appello formale a Rfi affinché venga incontro alle esigenze del territorio villasantese. La proposta è stata lanciata giovedì scorso, durante la conferenza stampa organizzata in Municipio per spiegare le novità che riguardano l’accesso alla bicistazione di via Petrarca.
«Abbiamo una stazione che ogni giorno vede transitare circa 400 pendolari - ha spiegato il sindaco - Negli ultimi anni abbiamo messo in campo, come Amministrazione comunale, grandi investimenti per riqualificare tutto il comparto stazione che nei prossimi anni accoglierà anche la nuova sede della Polizia locale. Pensando alla stazione e alla vocazione turistica che potrebbe avere Villasanta per via della vicinanza al Parco, non posso che riprendere una vecchia idea, già lanciata qualche anno fa, affinché Rfi possa venirci incontro e modificare il nome attuale della stazione ferroviaria in “Villasanta-Parco Reale”. Cartina geografica alla mano stiamo parlando della stazione più vicina al Parco di Monza e al grande ingresso di viale Cavriga. Aggiungere “Parco Reale” potrebbe davvero diventare un volano per Villasanta».

Cambiare nome costa 100mila euro

Già in passato, dicevamo, il sindaco aveva chiesto a Rfi la modifica del nome della stazione ma la risposta fu chiara: per cambiare nome l’Amministrazione comunale avrebbe dovuto corrispondere un contributo pari a circa 100mila euro. Una risposta che frenò la Giunta. Ora l’argomento è tornato alla ribalta soprattutto per via della futura realizzazione della nuova stazione «Monza Est Parco» che verrà costruita in zona «viale Libertà» (che si trova esattamente a metà tra la stazione di Villasanta e quella di Monza-Sobborghi) per la quale sono già stati stanziati 4 milioni di euro da parte di Regione Lombardia. Non è ancora chiaro quando partiranno i lavori per la realizzazione dello scalo ferroviario monzese ma il sindaco, prendendo spunto dalla realizzazione di quest’opera e dai possibili disagi che si verranno a creare per i pendolari villasantesi, ha chiesto un aiuto a Rfi e magari anche uno «sconto» sulla cifra chiesta all’Amministrazione comunale per cambiare il nome della stazione. Che tradotto significa: possibile che dei 4 milioni stanziati per la nuova stazione, non si riescano a trovare 100mila euro per cambiare nome alla fermata di Villasanta?

Le novità alla Ciclostazione

Invece per quanto riguarda la ciclostazione, dicevamo, a partire da domani pomeriggio, mercoledì, cambieranno le modalità di accesso. Per entrarvi sarà necessario avere la Carta nazionale dei servizi sia per i residenti di Villasanta sia per i residenti fuori Comune già autorizzati o che ne faranno richiesta.
Il provvedimento preso dall’Amministrazione comunale, con la collaborazione di Cem, mira a rendere la bici-stazione, realizzata nel 2019, ancora più accessibile agli utenti. Finora infatti, dopo la registrazione delle proprie generalità on line, per poter varcare il cancello della struttura comunale era necessario ritirare in Municipio la tessera magnetica personale. Questo passaggio viene azzerato dall’uso della Carta nazionale dei servizi, reso possibile dal sistema hardware e software messo a  disposizione da Cem.
Tutte le persone autorizzate finora potranno restituire il badge e recuperare la cauzione.
La struttura, ricordiamo, dispone di 104 posti per le bici e di 9 posti per le motociclette, dotati di tettoia di protezione e videosorveglianza.
La realizzazione della bicistazione di via Petrarca è stato il primo degli interventi programmati dal 2019 per promuovere la vocazione del quartiere alla mobilità sostenibile.
Tra il 2020 e il 2021, via Petrarca è stata riqualificata e dotata di una pista ciclabile che collega la stazione a via Dante. La via Cellini, completamente riasfaltata, è stata ridisegnata con posteggi definiti, attraversamenti pedonali protetti e un percorso ciclabile che si connette a via Sanzio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie