Attualità
In centro Monza

Il venditore di rose multato per 3mila euro fa ricorso

Grande la mobilitazione Un avvocato ha rinunciato alla parcella per aiutarlo.

Il venditore di rose multato per 3mila euro fa ricorso
Attualità Monza, 11 Novembre 2021 ore 16:56

Era stato multato con una maxi sanzione da 3mila euro per aver venduto rose senza permessi in strada dopo anni che offriva i suoi fiori al Ponte dei Leoni in centro Monza. Ma ora Gias, venditore abusivo, ha  depositato il ricorso presso la Cancelleria del Giudice di Pace di Monza per la multa comminata.

Ricorso contro la multa

«Molti cittadini si sono appassionati alla sua storia e mi chiedono spesso aggiornamenti. Spero di portare presto buone notizie - ha spiegato il consigliere comunale di Monza Paolo Piffer che assieme ad altri cittadini si è offerto di aiutarlo - Era una multa folle. Vincere sarebbe un segnale importante nei confronti dei fautori della tolleranza zero, ma solo verso i più deboli come Gias». Il bengalese si era visto comminare infatti tremila euro di multa per avere venduto qualche rosa abusivamente lungo il Lambro, dove da vent’anni arriva con la sua bicicletta sgangherata e il corpo tremante per raggranellare qualche spicciolo.

La multa e le proteste

L'episodio risale a domenica 10 ottobre e quando i passanti hanno visto multare Gias, il venditore di rose gentile e dalle precarie condizioni fisiche sono insorti contro gli agenti di Polizia locale. Bonariamente viene chiamato «Tremors» per via del tremore dovuto alla malattia che lo affligge (tanto da farlo sembrare più anziano dei suoi 47 anni). Con il passo incerto, il sorriso sdentato, la cortesia che mai diventa insistenza, Gias, bengalese e con il permesso di soggiorno in regola, è stato un po’ «adottato» anche dai commercianti lì vicino. E poco importa che lui per vendere lì le sue rose dovrebbe avere permessi che - ovviamente - non ha e non sarebbe in grado di pagare. Tutti hanno sempre chiuso un occhio davanti a quell’anima che non ha mai fatto male a una mosca. Anzi. Poco tempo fa è stato anche aggredito con lo spray al peperoncino da un passante che lo ha fatto finire al Pronto soccorso.

Aveva commosso Monza

La sua storia aveva commosso Monza.  E quando è stato raggiunto dalla Polizia locale che lo ha fermato e multato al solito posto, non lontano dal Ponte dei Leoni, la gente ha preso le sue difese. Ma di quella multa, anche dopo gli articoli del Giornale di Monza, in città si è parlato per giorni. Tanto che in moltissimi hanno proposto addirittura di fare una colletta per pagare la multa al suo posto. Poi della vicenda si è interessato il consigliere comunale Piffer che ha trovato un avvocato disposto a rinunciare anche alla parcella pur di aiutare Gias. Ora la palla passa al giudice che deve decidere la legittimità della sanzione.

Necrologie