Attualità
La scelta

In Consiglio provinciale la maggioranza boccia il patrocinio al Brianza Pride

Il capogruppo di Brianza Rete comune Vincenzo di Paolo: "C'è rammarico e disappunto soprattutto per non aver ricevuto argomentazioni valide a sostegno di tale scelta".

In Consiglio provinciale la maggioranza boccia il patrocinio al Brianza Pride
Attualità Brianza, 27 Maggio 2022 ore 10:56

Ieri pomeriggio in Consiglio provinciale la maggioranza ha bocciato la mozione del gruppo BrianzaReteComune che chiedeva un impegno dell'Ente a sostegno della manifestazione in programma a Monza il prossimo 4 giugno. A darne notizia in queste ore è stata la segreteria del Pd di Monza e Brianza. La manifestazione organizzata dall'associazione Brianza oltre l'arcobaleno BOA, si svolgerà sabato 4 giugno a Monza. All'evento parteciperanno anche diverse associazioni e movimenti del territorio provinciale. Gli organizzatori avevano inviato una richiesta di patrocinio anche alla Provincia.

In Consiglio provinciale la maggioranza boccia il patrocinio al Brianza Pride

"C'è rammarico e disappunto – ha dichiarato il capogruppo Vincenzo Di Paolo – soprattutto per non aver ricevuto argomentazioni valide a sostegno di tale scelta. Sostenere che nel 2019 la Provincia non avesse patrocinato l'evento non giustifica la decisione rispetto alla richiesta arrivata quest'anno da parte degli organizzatori. Se una cosa non si è fatta finora, non significa che non si possa mai fare" prosegue Di Paolo, che specifica come "quella di oggi sia un'occasione mancata."

Il Consiglio provinciale si è preso un impegno a lavorare per la stesura di un documento congiunto per portare avanti tematiche legate alle discriminazioni sull'orientamento sessuale e l'identità di genere.

"Da parte nostra c'è la massima volontà e disponibilità – aggiunge Di Paolo – purché si tratti di un lavoro che abbia risvolti concreti e non sia solo una scusa per scansare un problema. Già l'anno scorso il centrodestra aveva bocciato la proposta di adesione alla rete READY, rimandando ad altre attività da portare avanti. Non c'è stato finora nessuno sviluppo concreto."

Il capogruppo della lista di centrosinistra, nel suo intervento in Aula, ha ricordato che "il mondo non è tutto bianco o tutto nero. Ci sono un sacco di sfumature. Non possiamo pretendere di etichettare tutto, di classificare tutto e metterlo al posto giusto. Perché non esiste il posto giusto. Esiste il posto in cui poter essere felici."

"Il Brianza Pride per noi – conclude Di Paolo – è accogliere, rispettare, esplorare le diversità. E lavorare perché ciascun individuo possa trovare il posto in cui essere felice ed essere pienamente libero di esprimere la sua personalità."

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie