Attualità
Interventi socio-sanitari

Insieme per assistere le persone fragili e per contrastare l'emarginazione

Sottoscritto l’Accordo di Programma previsto dal Piano di Zona 2021/2023 con capofila il Comune di Monza

Insieme per assistere le persone fragili e per contrastare l'emarginazione
Attualità Monza, 25 Febbraio 2022 ore 09:39

Insieme per assistere le persone fragili e per contrastare l'emarginazione. E’ stato sottoscritto oggi, giovedì 24 febbraio 2022, l’Accordo di Programma previsto dal Piano di Zona 2021/2023, il documento che riguarda la programmazione – sul piano finanziario e delle risorse umane impiegate – degli interventi socio-sanitari che nel prossimo triennio saranno attivati sul territorio.

Insieme per assistere le persone con disabilità

L'obiettivo è quello di realizzare un sistema integrato di interventi sociali e socio-sanitari tra i Comuni di Monza (capofila), Brugherio e Villasanta, Ats Brianza, Asst Monza e la Provincia. Indicativamente, le risorse messe a bilancio per l’anno 2022 si aggirano intorno ai 5 milioni 400mila euro, suddivise fra i Comuni dell’Ambito e non, risorse regionali e nazionali.

Un welfare di accesso di comunità

L’Accordo mira a promuovere punti unici di accoglienza quali “welfare di accesso di comunità”. Si tratta di sportelli di segretariato sociale che andranno a creare uno spazio di accoglienza unitario socio-sanitario territoriale e che vedrà collaborare gli assistenti sociali con i medici di medicina generale. E' prevista l’attività di formazione e supervisione a supporto del lavoro del personale dei servizi sociali: saranno promossi percorsi di sistema che vedranno coinvolti tutti gli assistenti sociali operanti (comunali e del terzo settore).

Sostegno ai fragili e ai giovani

Verranno implementate le azioni volte all’accompagnamento integrato socio-sanitario della persona con fragilità complesse in uscita da contesti residenziali di natura socio-sanitaria. E' infine prevista l’attivazione di azioni partecipate a sostegno dei giovani per contrastare l’insorgere di situazioni che inducono a disuguaglianza sociale, dispersione scolastica, separazioni dei bambini dalle famiglie di origine.

Un approccio integrato

"L’accordo di programma pone le premesse per un approccio integrato e sinergico tra la dimensione sociale garantita dalle Amministrazioni comunali e quella sanitaria di competenza di Ats Brianza e Asst Monza - ha fatto sapere il sindaco Dario Allevi - Con la sigla di questo patto si vuole costruire un’importante base per realizzare concretamente un quadro d’interventi frutto di un percorso condiviso, che rappresenta sempre più il cuore operativo dell’attività di programmazione, monitoraggio, valutazione, nonché di costruzione di rapporti con gli altri attori di rete e di gestione delle risorse".

Sinergia tra le diverse realtà

"Si tratta di un welfare volto alle politiche di prevenzione attraverso l’incremento delle reti sociali oltre la sinergia tra le realtà sanitarie, sociosanitarie e sociali presenti sul territorio dei vari ambiti" ha spiegato infine il presidente dell’assemblea dei sindaci dell’ambito territoriale di Monza, nonché l'assessore alle Politiche Sociali Désirée Merlini.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie