Attualità
Serata emozionante

La cultura riparte con il "graffio" di Gatto Panceri

Grande successo per il concerto andato in scena al Cineteatro San Luigi di Concorezzo.

La cultura riparte con il "graffio" di Gatto Panceri
Attualità Vimercatese, 19 Marzo 2022 ore 09:40

La cultura concorezzese riparte con il "graffio" di Gatto Panceri. Grande successo per il concerto del noto cantante, che giovedì sera ha illuminato il palco del Cineteatro San Luigi di Concorezzo.

Ritorno a casa

E' stato un vero e proprio ritorno a casa quello di Gatto Panceri, che giovedì sera ha calpestato nuovamente quel palcoscenico in cui aveva mosso i suoi primi passi da artista. Lui, concorezzese doc, è riuscito a conquistare le platee italiane e internazionali, componendo brani del calibro di "Vivo per lei" e scrivendo persino per Mina. Per il cantautore è stato quindi un vero e proprio ritorno a casa: nel corso del concerto il "Gatto" ha ricordato gli anni della sua infanzia, le canzoni scritte per le vie del paese, le prime esibizioni proprio al Cineteatro San Luigi. Un Cineteatro che giovedì sera l'ha accolto in modo trionfale: circa 800 persone hanno assiepato le poltroncine rosse e in molti hanno potuto seguire il concerto da casa, via streaming. Un vero e proprio ritorno alla "normalità", una serata di grandi emozioni che difficilmente i concorezzesi potranno dimenticare.

"E' stata una grande serata - ha dichiarato lo stesso Gatto Panceri - L'emozione di vivere un teatro strapieno che cantava gioioso le mie canzoni mi mancava da due anni. Grazie a tutti coloro che si sono prodigati per organizzare questo concerto, al Comune di Concorezzo, agli sponsor, ai musicisti, ai tecnici e a chi ha partecipato come pubblico venendo ad ascoltarci".

Non solo Gatto

L'evento di giovedì sera, "offerto" dall'Amministrazione comunale, non ha segnato solo il grande ritorno sul palcoscenico cittadino di Gatto Panceri. Ad arricchire la serata, infatti, è stata la presenza della band "Ulula&LaForesta", giovane gruppo che sta cercando di affermarsi nel panorama musicale italiano. La band, in cui al basso suona il concorezzese Andrea Mandelli, ha trascinato il pubblico con le sue musiche innovative e poliedriche, confermando tutte le qualità messe in mostra in questi anni. Sul palco del San Luigi ha fatto capolino anche la banda di Concorezzo, guidata dal Maestro Marcello Ronchi, completando così una vera e propria festa della musica. Tra il pubblico non poteva mancare il sindaco Mauro Capitanio, accompagnato dalla Giunta e da diversi membri dell'Amministrazione: proprio il primo cittadino è stato protagonista di un simpatico siparietto con il "Gatto", che con una battuta ha chiesto al sindaco di farsi dedicare una panchina in Villa Zoja dopo la sua morte.

"Oltre due ore di emozione, di musica coinvolgente e di sano divertimento - ha scritto l'Amministrazione comunale di Concorezzo - Un evento unico che rimarrà nella storia della nostra città. Grazie a Gatto Panceri per le emozioni e per le belle storie che ci hai voluto raccontare riguardo le origini della tua musica tra le vie della nostra città. Grazie a Ulula&LaForesta per l’entusiasmo e per l’intensità della musica che ci avete regalato. Grazie alla Banda di Concorezzo per la bella sorpresa che ci avete fatto salendo sul palco ed esibendovi con Gatto Panceri e Ulula&laForesta in una canzone che rimarrà nei nostri ricordi. Grazie a quanti hanno lavorato con passione e impegno per la realizzazione di questo evento. E grazie soprattutto al pubblico che ha partecipato con entusiasmo a questo concerto così emozionante che inaugura una ripartenza culturale della nostra città dopo questi due anni così difficili".

Di seguito alcune foto della serata, scattate dal Circolo Fotografico Concorezzese.

Concorezzo Gatto Panceri al Cineteatro San Luigi
Foto 1 di 4
276125796_294931732794352_8412848090733825534_n
Foto 2 di 4
276144424_294931509461041_3116618038568027131_n
Foto 3 di 4
276066813_294933302794195_1677244246530948587_n
Foto 4 di 4
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie