Attualità
A Besana

La lezione d’amore di Claudia e Mario: 78 anni lei, 94 lui, si sono detti «sì»

I novelli sposi si sono conosciuti nei minialloggi della casa di riposo di Brugora

La lezione d’amore di  Claudia e Mario: 78 anni lei, 94 lui, si sono detti «sì»
Attualità 25 Settembre 2021 ore 13:20

Claudia e Mario si sono detti "sì". Lei 78 anni, lui 94, oggi, sabato 25 settembre 2021, si sono sposati nella splendida chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Brugora, a Besana in Brianza.

Un amore nato nella Rsa

Claudia Redaelli e Mario Pozzoli si sono sconosciuti nei minialloggi della fondazione "Giuseppina Scola" di Brugora, dove risiedono entrambi. Questa mattina sono convolati a nozze davanti al parroco di Besana, don Mauro Malighetti. Lei splendida nell'abito verde e blu, abbinato alle scarpe dal tacco basso e allo smalto; lui elegantissimo in smoking nero e bombetta.

Per loro sono giunti auguri speciali: quelli del sindaco Emanuele Pozzoli e di Luisa Villa, presidente del Cda della casa di riposo, ambedue presenti alla cerimonia, e di monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano.

"Claudia, Mario, oggi ci dimostrate che il progetto di Dio non è schiavo del tempo. Siete esempio per i giovani che spesso hanno paura di fare un passo - ha detto don Mauro - Ci avete ricordato che l'amore è possibile sempre e che necessita della grazia sacramentale. Oggi è un giorno unico per tutta la comunità: grazie della vostra testimonianza"

Cruciverba Galeotto

La storia di Claudia Redaelli e Mario Pozzoli merita di essere raccontata, perché fa bene al cuore. Li abbiamo incontrati qualche giorno prima del matrimonio per un'intervista che ci hanno gentilmente concesso.

78 anni lei, 94 lui, risiedono entrambi nei minialloggi della fondazione «Scola» di Brugora. Mario, milanese, papà di tre figlie e nonno di una nipote, aveva scelto la struttura di via Cavour insieme alla moglie, poi volata in Cielo. Claudia, anche lei vedova, dopo una vita a Monza, da due anni vive a Brugora.
Con l’arrivo del Covid-19 la 78enne è stata costretta a rinunciare ai turni di volontariato al centro diurno che "facevano dimenticare tutte le disgrazie". "Questa pandemia ha causato tanto dolore ma a noi ha riservato anche una bella sorpresa...". Davvero.
"Chiuso il diurno, ho iniziato come animatrice qui nei minialloggi. Un giorno mi è stato chiesto di far visita ogni sera al Pozzoli (come chiama lei il futuro marito, ndr), un’opera di beneficenza la possiamo definire. Ho acconsentito, ricevuto il suo benestare".
E così tutto è iniziato. Claudia aiutava Mario nei cruciverba. "Lui è bravissimo: dettava le soluzioni e io scrivevo".
Una sera, due sere... "A un certo punto ci siamo accorti di volerci bene. Un colpo di fulmine aiutato dalla mano del Signore".

Mario ha fatto il primo passo

Da uomo d’altri tempi, è stato Mario a fare il primo passo: era il 20 agosto del 2020.
"Quest’estate abbiamo festeggiato il nostro primo anniversario con la torta e lo spumante insieme alle tre figlie del Pozzoli collegate via Skype", continua Claudia.
E sempre dal 94enne è arrivata anche la proposta di matrimonio.
Claudia, Mario, vi capita mai di litigare?
"Mai, davvero. Io lo tratto con tenerezza e rispetto; lui ha un cuore grande, è un vero signore. Alle spalle ha un matrimonio lungo ben 61 anni e quindi conosce bene le dinamiche di coppia. E poi mi dà tanti consigli...".
E li ascolta?
"Non solo li ascolto, li metto anche in pratica".
"Insomma, dovevo essere io il protagonista dell’intervista, invece ha parlato solo lei...", si lamenta scherzosamente Mario.
"A me è sempre piaciuto parlare, vivacizzo la coppia...", taglia corto la sposa.
Grazie Claudia, grazie Mario e tanti auguri.

Necrologie