Attualità
Iniziativa

La Rsa di Busnago racconta l'arte attraverso le pagine di un calendario

Residenti e operatori si sono messi in gioco per questo progetto promosso dal Gruppo Sodalitas - Fondazione Mantovani

La Rsa di Busnago racconta l'arte attraverso le pagine di un calendario
Attualità Vimercatese, 01 Gennaio 2022 ore 10:00

La Rsa di Busnago racconta l'arte attraverso le pagine di un calendario. Bellissima iniziativa quella promossa dal Gruppo Sodalitas-Fondazione Mantovani che insieme alla Casa Famiglia gestisce molte altre strutture per anziani.

La Rsa di Busnago racconta l'arte attraverso le pagine di un calendario

Botticelli e Modigliani, Renoir e Manet, Frida Kahlo, Van Gogh e Ligabue: questi alcuni dei grandi nomi i cui dipinti sono stati accostati a scene di vita reale  nelle Case Famiglia del Gruppo Sodalitas – Fondazione Mantovani, poi fotografate e raccolte nel calendario 2022.

"Anche in un periodo drammatico come quello che abbiamo attraversato e che tutt’ora porta con sé timori e preoccupazioni – spiega la responsabile delle Equipe Animative, Marinella Restelli– il nostro obiettivo è stato quello di portare avanti l’essenza del nostro lavoro: la bellezza non ha età e merita di essere vissuta appieno, in qualsiasi condizione. Questo è il senso del Progetto Vita delle nostre Case Famiglia".

7 foto Sfoglia la gallery

Straordinari nella quotidianità

E’ così che ciascuna delle Case Famiglia, in piena sicurezza e nel rigoroso rispetto delle disposizioni anti Covid, si è messa al lavoro per raccontare, attraverso una serie di fotografie artistiche, quanto vissuto all’interno delle strutture in piena pandemia, accostandole ad opere di grandi artisti internazionali della storia dell’arte: una normalità fatta di appuntamenti, tradizioni, formazione, giochi, allegria che ha reso ricca ed avvincente la quotidianità, seppur in una obbligata lontananza dai propri affetti.

Vivere l'arte

 Il progetto è il terzo evento di “Vivere l’Arte”, promosso da anni dal Gruppo Sodalitas – Fondazione Mantovani e che vede attivamente coinvolti anche operatori e residenti della struttura di Busnago. Nelle scorse edizioni si era lavorato per reinterpretare le pubblicità dei grandi marchi di moda e di altre opere d’arte famose Nel mondo.

“Come sempre abbiamo fatto dialogare arte e quotidianità, grazie al protagonismo dei nostri Residenti e all’entusiasmo dei nostri Coordinatori ed animatrici. Dove non arrivano le parole, sono l’arte e la bellezza che riescono ad esprimere i sentimenti e le speranze più profonde del cuore che hanno guidato gli scorsi mesi così difficili”.

Necrologie