Attualità
Giussano

L'addio al gioielliere Antonio Villa

Ha portato avanti una tradizione di famiglia nata negli Anni 50

L'addio al gioielliere Antonio Villa
Attualità Caratese, 26 Ottobre 2021 ore 07:32

Grande cordoglio in città, per l'ultimo saluto al giussanese che per oltre 40 anni ha venduto preziosi nel suo negozio a casa, in via Mascagni.

Era malato da alcuni mesi

Si è spento la scorsa domenica, all’età di 66 anni, Antonio Villa, un volto noto a molte famiglie che nelle occasioni più importanti, di festa e grandi celebrazioni, si recavano in via Pietro Mascagni 54, nella sua casa, all’interno della quale c’è dagli anni Sessanta un negozio, per l’acquisto di preziosi. Fedi per le nozze, regali per cresime e comunioni, anelli di fidanzamento, oggetti importanti scelti con l’aiuto e i consigli di Antonio.
Malato ormai da alcuni mesi, Villa ha continuato a lavorare fino a settembre, poi nell’ultimo mese le sue condizioni si sono aggravate e si è lentamente spento.

Una tradizione di famiglia

Quella della gioielleria è una passione che si è tramandata di padre in figlio in casa Villa: «Aveva iniziato il nonno negli Anni 50, prima a Lesmo e poi ad Agliate - ricorda Filippo Villa - Il nonno era orafo e lavorava a casa e così è sempre stato da circa 70 anni. Mio padre ha iniziato da giovane e ha proseguito l’attività del papà. Ha cominciato come orologiaio per poi passare all’oreficeria, insieme al fratello Giuliano e alla sorella Vittorina».
I Villa hanno aperto a Giussano nei primi Anni 60, sempre con un negozio in casa.

Nel 2012 erano stati vittime di una rapina

Della gioielleria Villa in molti si ricordano anche per la violenta rapina che era avvenuta nel luglio del 2012: proprio Antonio insieme alla sorella Vittorina al fratello Giuliano e la nonna Irma erano stati colpiti con pugni e calci, da tre uomini che si erano spacciati per clienti per riuscire a portare via i gioielli.

 

IL SERVIZIO COMPLETO SUL GIORNALE DI CARATE IN EDICOLA

Necrologie