Attualità
Sicurezza

L'assessore annuncia i vigili di quartiere

Non sono ancora stati forniti i dettagli, mentre cambia nome ma rimane il Nost

L'assessore annuncia i vigili di quartiere
Attualità Monza, 07 Dicembre 2022 ore 11:03

E’ questione di giorni perché a Monza vengano attivati i vigili di quartiere, una promessa della campagna elettorale del Centrosinistra condivisa anche dall’assessore alla Sicurezza Ambrogio Moccia.

I vigili di quartiere

Ed è stato proprio quest’ultimo ad annunciarlo ufficialmente, rispondendo a una sollecitazione del consigliere di Civicamente Monza Paolo Piffer e di Stefano Galli di Fratelli d'Italia. L'assessore Moccia non ha ancora fornito i dettagli del servizio, come sarà organizzato e in quali zone opereranno queste figure e nemmeno quanto sarà l'investimento necessario del Comune per l'attivazione della proposta.
«In centro storico le pattuglie ci sono anche nell’orario di chiusura dei negozi e a breve saranno attivati anche i vigili di quartiere che andranno a svolgere un servizio fondamentale per la vivibilità degli spazi pubblici, senza contare la presenza degli agenti in stazione fino alle 22. In città solo dopo la mezzanotte e fino alle 6 resta una sola pattuglia in servizio».

L’assessore ha però con onestà intellettuale riconosciuto i meriti di chi lo ha preceduto, annunciando la volontà di proseguire in continuità nell’indirizzo politico sul comando di Polizia locale.

Solo il Nost cambia nome

«Per il contrasto alla illegalità non ci sarà una grande rivoluzione rispetto a quello che ha introdotto l’ex assessore Federico Arena, ho apprezzato i profili più innovativi, come il Nost - ha rimarcato Moccia - Confermo che anche questo nucleo resterà in azione e ho solo cambiato la t finale trasformandolo in territoriale, perché tattico dava un’idea di militare che proprio non mi piaceva». Insomma, più forma che sostanza nelle novità, dal momento che è stato confermato anche il nucleo cinofilo antidroga e che si sta proseguendo nelle operazioni per l’introduzione del taser agli agenti, come promosso da Arena. «Il nucleo antidroga era apprezzato anche dalle altre Forze dell’ordine e il tratto più significativo che vogliamo introdurre è la figura dei vigili di quartiere che andrà a garantire maggiore presidio del territorio».
Una presa di posizione che non è stata gradita da Piffer: «Che fine ha fatto la revisione del regolamento di Polizia urbana come da programma? Ci siamo sentiti rispondere che si agirà in continuità con la gestione del leghista Arena, insomma anche oggi si cambia ritmo domani».

Seguici sui nostri canali
Necrologie