Attualità
Dietrofront

Le Frecce Tricolori voleranno nei cieli di Monza durante il Gran Premio

Il dietrofront del Circus è arrivato dopo le polemiche che erano scaturite nei giorni scorsi a seguito della decisione, per motivi ambientali, di vietare l’esibizione di aerei militari.

Le Frecce Tricolori voleranno nei cieli di Monza durante il Gran Premio
Attualità Monza, 26 Gennaio 2022 ore 12:55

La pattuglia aeronautica delle Frecce Tricolori volerà nei cieli di Monza e della Brianza nei minuti precedenti al Gran Premio di Formula 1. Il dietrofront del Circus è arrivato dopo le polemiche che erano scaturite nei giorni scorsi a seguito della decisione, per motivi ambientali, di vietare l’esibizione di aerei militari.

Le Frecce Tricolori saranno presenti al Gran Premio di Monza

“Alla fine – afferma il consigliere regionale Alessandro Corbetta (Lega) – ha prevalso il buonsenso, imponendosi su una decisione parecchio discutibile e su un ambientalismo di facciata che non serve a nessuno”.

“Significa – continua Corbetta – che le proteste degli ultimi giorni sono servite e hanno centrato l’obiettivo di riconfermare il passaggio delle Frecce. Vince lo spettacolo e la necessità di non togliere nessuna tessera al puzzle che compone la bellezza dell’evento rappresentato dal Gran Premio di Formula 1 a Monza”.

“Da parte della Lega – conclude il consigliere regionale – ci sarà sempre la massima attenzione nel difendere e valorizzare una manifestazione sportiva che porta Monza e la Brianza nel mondo intero oltre che lavoro sul nostro territorio”.

Nei giorni scorsi a seguito della voce circolata sulla possibile assenza della pattuglia aeronautica era intervenuto anche il presidente dell’Automobile Club di Milano Geronimo La Russa che si era detto preoccupato:

“Mi auguro che l’intenzione di eliminare l’esibizione delle Frecce Tricolori al Gran Premio d’Italia di Formula 1 rientri e che, alla fine, si trovi una soluzione condivisa per non privare gli spettatori di quello che è a tutti gli effetti uno spettacolo nello spettacolo, oltre che un forte richiamo all’identità nazionale” - aveva detto La Russa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie