Menu
Cerca
Cura del verde

Legambiente torna a gestire l’Oasi di Piazza Castello a Monza

Negli ultimi mesi i volontari hanno provveduto alla manutenzione del verde e cominciato a piantare varie specie vegetali autoctone.

Legambiente torna a gestire l’Oasi di Piazza Castello a Monza
Attualità Monza, 26 Aprile 2021 ore 09:21

Il Circolo Legambiente di Monza ha annunciato di essere riuscito a ottenere nuovamente la gestione dell’Oasi di piazza Castello. Negli ultimi mesi i volontari hanno provveduto alla manutenzione del verde e cominciato a piantare varie specie vegetali autoctone.

Legambiente torna a gestire l’Oasi di Piazza Castello a Monza

Sono passati un bel po’ di anni da quando il circolo aveva dovuto abbandonare le attività nell’Oasi, quella
preziosa area verde situata alla confluenza del Lambro e del Lambretto, racchiusa dagli edifici che ne tracciano
il perimetro e quindi nascosta agli occhi di tutti.

“Era il 2014 e da allora tante cose sono cambiate – fa sapere Legambiente in una nota. Il circolo si è rinnovato.
Una persona, amante della natura ed incuriosita dalla storia della capretta bianca che viveva sulla sponda
sinistra del Lambro, si è fatta promotrice presso il circolo di un nuovo tentativo di contatto con il proprietario dell’isolotto, che ha intuito l’entusiasmo e la voglia di fare del nuovo gruppo ed ha concesso di nuovo la gestione delle sue aree”.

Cosa è stato fatto in questi mesi

In questi mesi, i nuovi volontari hanno iniziato a conoscere l’area, fatto la manutenzione del verde e cominciato
a piantare varie specie vegetali autoctone, per renderla più bella e più ricca di biodiversità. Attività andate molto a rilento a causa dei vincoli imposti dalla pandemia.

Però, con turni di poche persone alla volta, sono stati piantati esemplari di carpino bianco, ciavardello, prugnolo selvatico, pero selvatico, tifa e giglio d’acqua, ed altri, tutti forniti da Ersaf.

Si pensa a visite guidate

Anche se la cura e la valorizzazione dell’area sono al cuore del progetto, il circolo ha intenzione di aprire l’Oasi
a visite guidate con i cittadini e con le scuole. Al momento però, dato che la zona è interessata dal progetto di
AIPo (Agenzia Interregionale per il Fiume Po) dedicato ai lavori di sistemazione idraulica lungo il fiume Lambro
nel centro abitato di Monza, non è possibile eseguire le opere di sistemazione necessarie ad accogliere in
sicurezza i visitatori. Per seguire in tempo reale tutte le attività portate avanti dai volontari di Legambiente al momento sono disponibili i canali social (qui il link alla pagina Facebook dedicata ) e il loro sito web.

I sostenitori

Particolare ringraziamento – sottolinea Legambiente – va al Progetto “Le scarpe piene di passi”, che ha sostenuto economicamente l’avvio di questa prima fase di manutenzione. Il progetto fa parte di quelli ammessi al contributo del Bando volontariato 2019 – Regione Lombardia, e vede la partecipazione del nostro Circolo in collaborazione con le associazioni Àntes, ArcoDonna APS e Associazione Banca Del Tempo di Monza e Brianza, con il sostegno organizzativo del CSV MLS.

E’ un progetto per la promozione del volontariato e del welfare generativo e mirato ad attivare la sensibilizzazione dei giovani sul tema del volontariato tramite la formazione ed il coinvolgimento.

Il Circolo apre ai volontari

In sintonia con lo spirito del bando, il circolo è aperto ad accogliere altri volontari che desiderino aiutare concretamente nelle attività di manutenzione. Dopo un iniziale periodo di prova, i nuovi volontari verranno iscritti nel registro dell’associazione, e saranno coperti da assicurazione. Per maggiori informazioni si può scrivere all’email del circolo: monza@legambiente.org

Necrologie