Attualità
Battaglia legale

Licenziato per la mascherina abbassata, "Star" condannata al reintegro: non sussiste la giusta causa

Annullato il provvedimento preso dall'azienda di Agrate contro il lavoratore concorezzese Ignazio Ficara.

Licenziato per la mascherina abbassata, "Star" condannata al reintegro: non sussiste la giusta causa
Attualità Vimercatese, 21 Febbraio 2022 ore 12:04

Licenziato per la mascherina abbassata, "Star" condannata al reintegro: non sussiste la giusta causa. Annullato il provvedimento preso dall'azienda di Agrate contro il lavoratore concorezzese Ignazio Ficara.

Una vicenda che fece scalpore

Aveva fatto scalpore la vicenda che aveva riguardato da vicino Ignazio Ficara, dipendente della "Star" di Agrate licenziato lo scorso maggio per essersi abbassato la mascherina sul luogo di lavoro. Un licenziamento che aveva fatto seguito a quello di Fabrizio Ferrari, altro dipendente licenziato dalla "Star" nel mese di febbraio sempre per la mascherina abbassata. In tanti si erano mobilitati per restituire il posto di lavoro al 50enne di Concorezzo, assunto nello stabilimento agratese da oltre trent'anni. In prima fila i sindacati, scesi in piazza per protestare contro i due licenziamenti, ritenuti "pretestuosi".

La soddisfazione della Flai-Cgil

Proprio i sindacati hanno annunciato il reintegro di Ficara, sottolineando la soddisfazione per la vittoria ottenuta in sede legale.

"La causa per il licenziamento di Ignazio Ficara si è conclusa con la condanna della STAR  alla reintegra del lavoratore, annullando il licenziamento, poiché non sussiste una giusta causa - si legge in un comunicato stampa diramato pochi minuti fa - Sin dall’inizio la FLAI aveva contestato non solo i fatti come sono stati rappresentati dalla Direzione, ma soprattutto la sanzione così pesante e ingiusta. Giustizia è fatta. Tra l’altro, con l’accordo sindacale siglato lo scorso febbraio con STAR sul ricambio generazionale, assunzioni e avvio della discussione sull’organizzazione e sui carichi di lavoro, si è già dimostrato che solo con il confronto e la considerazione delle istanze dei lavoratori si possono ottenere risultati condivisi. Una brutta pagina si è chiusa, il lavoratore rientra in fabbrica, guardiamo avanti, ma sempre pronti a reagire a difesa delle lavoratrici e dei lavoratori".

Grande la soddisfazione della segretaria generale della Flai di Monza Brianza, Federica Cattaneo.

"Esprimo una grande soddisfazione, ringrazio i lavoratori di Star per la loro mobilitazione e vicinanza, l’ufficio vertenze e i legali della Cgil. Auspico che Star rifletta sulla modalità adottata per risolvere le questioni".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie