Attualità
Impresa

Lo "squalo" di Carate conquista le Bocche di Bonifacio

Giorgio Riva ha completato la traversata andata e ritorno dalle coste della Sardegna a quelle della Corsica.

Lo "squalo" di Carate conquista le Bocche di Bonifacio
Attualità Caratese, 08 Settembre 2021 ore 10:35

Da Carate Brianza alla conquista delle mitiche Bocche di Bonifacio...

L'impresa del nuotatore di Carate Brianza

Il termine più adatto è quello di «impresa». Ma il protagonista in questione è abituato a collezionarne ormai da anni. Giorgio Riva, caratese, ha nuotato per circa dieci ore e mezza (comprese le soste tecniche, ndr) per compiere domenica scorsa la traversata (andata e ritorno) delle Bocche di Bonifacio.

Riva si è tuffato all’alba nelle acque di Santa Teresa di Gallura, partendo dalla spiaggia Rena bianca con direzione Capo Pertusato, il punto più a sud della Corsica, coprendo una distanza di circa 15 chilometri a nuoto. Poi è nuovamente ripartito via mare per riemergere, dopo ore di bracciate, sulla spiaggia delle coste sarde. Ad accompagnarlo la fidanzata Manuela, che lo ha assistito fornendogli cibo e bevande e Andrea Piazza, barcaiolo della zona che lo ha seguito a bordo di un gommone.

«Sono soddisfatto - ha raccontato - Ho trovato buone condizioni all’andata con un’onda bassa e solo qualche corrente. Nel pomeriggio invece si è alzato un vento da Ovest un po’ fastidioso che ha creato qualche piccola difficoltà».

I precedenti

Riva, classe 1987, atleta e istruttore di nuoto, non è nuovo a queste imprese in acque libere. Lo scorso anno completò i 40 chilometri della sponda orientale del Lago di Como; nel 2016 il tratto Bellagio-Lecco; nel 2017 quello da Bellagio a Como e nel 2018 da Bellagio a Colico. Nel 2018 il nuotatore fu protagonista di una doppia traversata dello Stretto di Messina mentre nel 2019 si misurò nel periplo esterno completo del Lago di Como per un totale di 143 chilometri completati in una settimana.

Per questa impresa del 2019 il caratese Riva venne premiato in Regione Lombardia dall’allora assessore allo Sport, Martina Cambiaghi e anche in Consiglio comunale dal sindaco Luca Veggian che si era recato di persona al pontile per applaudirlo.

Necrologie