Menu
Cerca
Inaugurazione

L'oratorio di Mocchirolo rinasce dopo il restauro

Stamattina l'Amministrazione comunale di Lentate ha presentato la cappella gentilizia dopo il restyling.

L'oratorio di Mocchirolo rinasce dopo il restauro
Attualità Seregnese, 29 Maggio 2021 ore 13:22

L'oratorio di Mocchirolo a Lentate sul Seveso rinasce dopo gli interventi di restauro. Stamattina, sabato 29 maggio 2021, l'Amministrazione comunale ha presentato la cappella gentilizia del 1369, uno dei gioielli del paese, dopo il restyling. Un momento atteso da tempo, vissuto con emozione e partecipazione dai residenti della corte in cui sorge l'edificio ma anche dalla cittadinanza, che ha potuto seguire l'evento grazie a una diretta Facebook sulla pagina del Comune.

Inaugurato l'oratorio di Mocchirolo restaurato

Dopo un'introduzione musicale a cura della banda Giuseppe Verdi di Camnago, il parroco don Italo Miotto ha impartito la benedizione, sottolineando che questa struttura religiosa "rappresenta un patrimonio prezioso, è un condensato di storia. Ogni volta che passo davanti a queste chiese antiche mi soffermo a pensare a quante persone vi si sono recate per pregare e per ringraziare". Il sindaco Laura Ferrari ha quindi evidenziato che "questo momento incarna la voglia di ripresa e di ripartenza che si respira in questi giorni. E' un giorno importante a coronamento di un percorso iniziato pochi giorni dopo la mia elezione, nel 2017, quando incontrai l'ingegner Mario Bosco, presidente dell'associazione oratorio di Mocchirolo, che mi parlò della necessità dei lavori di restauro. Oltre agli interventi alla struttura, però, abbiamo inserito l'edificio nel progetto del museo diffuso sul territorio, finalizzato a valorizzare il patrimonio culturale e artistico del nostro paese".

9 foto Sfoglia la gallery

Un percorso iniziato anni fa

"L'oratorio ha sempre fatto parte della vita della corte e gli abitanti ne hanno sempre avuto cura - ha spiegato Bosco - Quando nel 2013 ci accorgemmo del cedimento della trave maestra ci attivammo per dare il via al restauro. Tramite alcune ricerche scoprimmo che l'oratorio era passato al Demanio e quindi ci rivolgemmo alle Amministrazione comunali, Rivolta prima e Ferrari poi, affinché si attivassero". Il percorso di acquisizione del bene da parte del Comune è ancora in corso, "ma intanto abbiamo potuto procedere con il restyling, che in totale ha richiesto un investimento di 70mila euro, di cui 50mila ottenuti dal Comune grazie all'iniziativa Le Reti del Cuore", ha precisato il primo cittadino.

I lavori di restauro e la valorizzazione culturale

E' stato il vicesindaco Matteo Turconi a illustrare nel dettaglio i lavori realizzati, che hanno riguardato la pulizia del sottotetto infestato dal guano dei piccioni e il posizionamento di una protezione per non farli avvicinare, il rifacimento della copertura ormai ammalorata e anche la sistemazione dell'intonaco della facciata. "Ora stiamo trattando con il Demanio per la valorizzazione culturale, anche se il nostro intento è quello di inserirlo, oltre che nel museo diffuso, nell'Atlante dei Cammini, lungo il percorso di San Pietro Da Verona e Sant'Agostino", ha aggiunto.

Il libro dello storico

La parola è poi passata allo storico coprenese Giuseppe Longhi, che ha presentato il libro da lui scritto durante il lockdown per conto dell'Amministrazione comunale, "L'arte a Lentate, Mocchirolo e Copreno nel Tre-Quattrocento: le opere commissionate dai Porro", nel quale, attraverso un lavoro di ricerca negli atti notarili dell'area canturina, ha ripercorso la storia della cappella gentilizia, fatta edificare nella località Mocchirolo da Lanfranco Porro, focalizzandosi sull'importanza che ha sempre rivestito per gli abitanti della corte e sul rapporto con la Pinacoteca di Brera: nella prima sala della galleria milanese sono infatti custoditi gli affreschi originali del gioiello lentatese. Alcune copie del volume sono state consegnate ai rappresentanti delle associazioni che hanno contribuito alla rinascita dell'oratorio e in generale a chi ha dato un supporto all'Amministrazione, tra cui il sindaco e il vicesindaco di Novedrate, Serafino Grassi e Davide Marelli, e il sindaco di Figino Serenza, Roberto Moscatelli, presenti all'inaugurazione. In occasione dell'evento è stato esposto anche il modellino dell'oratorio realizzato dagli studenti del Polo formativo del Legno Arredo di Camnago.

Necrologie