Attualità
Ha corso per oltre 220 km

Michele Zocco compie un'altra impresa sulle strade di Francia

L'ultramaratoneta di Concorezzo ha portato a termine la terribile "Ultr’Ardeche".

Michele Zocco compie un'altra impresa sulle strade di Francia
Attualità Vimercatese, 09 Giugno 2022 ore 12:31

Michele Zocco compie un'altra impresa sulle strade di Francia. L'ultramaratoneta di Concorezzo ha portato a termine la terribile "Ultr’Ardeche", corsa podistica di oltre 220 km.

Una delle corse più faticose al mondo

Ennesima impresa di Michele Zocco, che tra sabato e domenica ha portato a termine una delle corse podistiche più faticose al mondo. L'ultramaratoneta di Concorezzo, infatti, ha completato la terribile "Ultr'Ardeche": lungo circa 222 chilometri, il percorso transalpino prevedeva un dislivello complessivo di quasi 4.500 metri. Numeri impressionanti, che fanno della Ultr’Ardèche una vera e propria "mission impossible" per tutti gli ultramaratoneti che decideranno di affrontarla. Tra loro, come detto, anche "Zock'n Roll", uno dei 29 podisti in grado di portare a termine la gara entro il tempo massimo.

"Se dovessi scegliere un aggettivo per descrivere la corsa non avrei dubbi: devastante - racconta Zocco - Mi sono preparato al meglio, ma la difficoltà del percorso è stata addirittura superiore a quanto pensassi prima di partire. Tra salite e discese non c'è mai un attimo di tregua. Alle difficoltà altimetriche si sono poi aggiunte quelle climatiche: a causa del caldo a un certo punto l'asfalto si è persino sciolto...".

Nonostante tutto, l'ultramaratoneta di Concorezzo è riuscito a portare a termine la corsa entro il tempo massimo, coprendo i 222 km circa in 36 ore e 41 minuti.

"Finendola sotto le 36 ore avrei raggiunto la qualifica per il sorteggio a Spartathlon (la corsa più ambita da tutti gli ultramaratonei al mondo, ndr). Era uno degli obbiettivi e a qualche ora dall’arrivo ho pensato a cosa fare. Era fattibile, tirando fuori di tutto e di più. Era però rischioso perché ero già al limite fisico e una sciocchezza qualsiasi avrebbe compromesso definitivamente il mio arrivo".

L'incoraggiamento della piccola Arianna

Decisivo, come già successo alla "Milano-Sanremo", l'apporto della figlia di Michele, Arianna. La piccola, ancora una volta, è riuscita a dare al papà la spinta decisiva per arrivare al traguardo.

"Venerdì prima di partire mi ha consegnato un bigliettino con scritto "ricordati di non arrenderti". Nei momenti di maggiore difficoltà ho pensato al bigliettino che avevo con me e a tutto il supporto che mi ha dato anche mia moglie Daniela: è anche grazie a loro se sono riuscito a raggiungere il traguardo".

Un traguardo raggiunto sventolando la bandiera italiana e mostrando con orgoglio il simbolo del Comune di Concorezzo stampato sulla divisa: ancora una volta, infatti, l'Amministrazione ha deciso di patrocinare l'impresa di Zocco.

"Un grazie speciale al sindaco Mauro Capitanio e al Comune di Concorezzo per il patrocino concessomi, anche questa volta con molto orgoglio ho portato il nostro stemma ad un traguardo molto lontano. A tutti i concorezzesi e a tutti gli amici che hanno fatto il tifo e che mi hanno seguito da casa mandandomi una marea di messaggi che mi hanno trasmesso ancora più grinta per proseguir".

Il plauso dell'Amministrazione comunale

Nelle ore successive all'impresa, a Michele Zocco sono arrivati anche i complimenti del sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio.

"Bravo Michele! Un'altra impresa epica che è esempio di come passione, lavoro, determinazione, tenacia ma soprattutto il piacere di avere degli obiettivi ti possano portare lontano... molto lontano... Ora riposa che domenica ti aspetta la Corsa per la Vita a Concorezzo".

Il riferimento finale è alla storica corsa podistica organizzata dai "Gamber de Cuncuress", che domenica mattina colorerà di entusiasmo le vie del paese.

"Sicuramente sarò presente all'evento, nonostante i dolori e soprattutto le vesciche - conclude Zocco - Non so quanti chilometri correrò, ma non posso mancare".

3 foto Sfoglia la gallery

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie