Attualità
Monza, l'impresa a piedi

Monza in A, padre e figlia a piedi a San Siro

Il monzese Lorenzo Nesti e la figlia Martina hanno mantenuto la promessa fatta due anni fa

Monza in A, padre e figlia a piedi a San Siro
Attualità Monza, 27 Luglio 2022 ore 13:26

Monza in serie A: il monzese Lorenzo Nesti insieme alla figlia Martina sono andati a piedi fino allo stadio di San Siro

Monza in A, la promessa

Se lo erano ripromessi già due anni fa: se il Monza fosse stato promosso in serie A sarebbero andati a piedi fino allo stadio di San Siro.

Protagonisti del curioso voto il 51enne monzese Lorenzo Nesti, residente a Triante, e la figlia Martina, 18 anni, da sempre tifosi sfegatati della squadra biancorossa che venerdì mattina scorso sono partiti a piedi dall’U - Power Stadium di via Stucchi fino a raggiungere lo stadio di San Siro a Milano.

"Seguo il Monza dall’84 ed è da allora che sogno di vederlo entrare in serie A - ha raccontato Nesti - Due anni fa, poi, ispirato anche dal fioretto pubblico di Adriano Galliani (“Se il Monza passa in A vado a piedi da Monza a Milano” aveva detto), mi sono dunque ripromesso che avrei fatto la stessa cosa".

Monza in A, a piedi fino a Milano

A sottoscrivere il patto con Nesti la figlia Martina, già appassionata di calcio e divenuta tifosa del Monza dopo aver trascorso una domenica allo stadio con lui.

Il «miracolo» è avvenuto, e indossate la maglia sociale della squadra e le scarpe da ginnastica, e messa nello zaino la borraccia con l’acqua, padre e figlia alle 5 del mattino sono partiti da via Stucchi alla volta di Milano.
Svoltando in via Amati e proseguendo per via Visconti hanno imboccato corso Milano in direzione Sesto San Giovanni. Di lì sono passati per viale Fulvio Testi, piazzale Istria e per lo scalo Parini, hanno attraversato la zona del cimitero monumentale, e imboccato via Cenisio e piazzale Lotto fino a giungere allo stadio milanese. Alle 9,15 del mattino. Poco più di quattro ore di viaggio per un totale di 24 chilometri macinati.

Nesti e la figlia Valentina la sera del 29 luglio con il giocatore biancorosso Carlos Augusto (in primo piano)

La camminata su Youtube

«Diciamo pure che il divertimento ha superato di gran lunga la fatica - hanno raccontato i due - Anche perché il fatto di indossare la maglia della squadra ci ha fatto trovare parecchi supporter durante il tragitto.
Il suono dei clacson degli altri tifosi in segno di saluto non si contavano. Così come, una volta giunti a Milano, a volersi fare un selfie con noi è stato proprio un tifoso monzese che si trovava a passare di lì per caso».

Un cammino, quello di Nesti e della figlia, che è pure finito su Youtube grazie all’ingegno di Martina. Che ha documentato il tragitto, lo ha montato utilizzando come sottofondo musicale i cori dei tifosi del Monza, e lo ha poi caricato sulla piattaforma (il titolo scelto “Brianteo - San Siro a piedi per il Monza in A).
Cori ai quali Nesti e la figlia si sono uniti nella celebre nottata del 29 maggio, quando insieme alla folla delirante hanno festeggiato fino all’alba. spostandosi verso il casello di Agrate alle 3 del mattino per andare ad accogliere il pullman con i campioni in rientro da Pisa.

«Per il prossimo anno abbiamo già sottoscritto l’abbonamento per goderci il campionato - ha concluso Nesti - E se per caso il Monza dovesse vincere lo scudetto giuro che me lo tatuerò addosso».

Non resta che sperare, per tutti, che Nesta provveda a mantenere anche questa promessa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie