Attualità
Allerta

Movida, c'è preoccupazione per il weekend

Con la chiusura delle scuole e il coprifuoco, molti i giovani attesi a Monza da stasera

Movida, c'è preoccupazione per il weekend
Attualità Monza, 11 Giugno 2021 ore 17:35

La Movida preoccupa per il weekend in arrivo. Con la fine delle scuole e il coprifuoco ancora fissato a mezzanotte, c'è grande attesa di giovani già da stasera in centro Monza. Lunedì il sindaco Dario Allevi ha incontrato i ristoratori e anche le Forze dell'ordine sono in massima allerta per presidiare il territorio già da stasera.

Ecco perché si teme la folla

Il fatto che debbano rientrare a mezzanotte a casa, infatti, ha inevitabilmente spostato molti giovani dalla Brianza e da Sesto verso Monza e non più verso Milano come prima. E così ci sono alcune zone calde come piazza del Tribunale, Spalto Maddalena e piazza San Paolo che saranno sorvegliate speciali.  Intanto lunedì il sindaco, l'assessore Massimiliano Longo (Commercio) e Federico Arena (Sicurezza) hanno incontrato i ristoratori per fare il punto della situazione. L'ultima tappa del cammino verso la definitiva libertà è fissato al 21 giugno prossimo quando il coprifuoco dovrebbe essere abolito in tutta Italia. I ristoratori stessi hanno chiesto al Comune di continuare con i controlli per non lasciarli soli in balia dei giovani che non rispettano le regole. Gli amministratori invece hanno chiesto la collaborazione dei commercianti nel controllo dei documenti per non servire alcolici ai minorenni.

L'incontro in Comune

«Come ormai da consuetudine – spiega Dario Allevi – ho incontrato i gestori di bar e ristoranti per discutere con loro come affrontare l’estate anche in vista dell’ingresso della nostra regione in zona bianca. Ho avvertito da parte di tutti i presenti l’apprezzamento per questo modus operandi dell’Amministrazione Comunale ed ho colto l’occasione, sempre nell’ottica della reciproca collaborazione, di fare loro due raccomandazioni. La prima di essere assolutamente intransigenti nel non vendere bevande alcoliche ai minorenni, la seconda di non servire ai clienti cocktail o similari in bicchieri o bottiglie di vetro. Se ognuno, nel proprio ambito, farà la sua parte sono certo che potremo vivere un’estate di ripartenza così come la desideriamo tutti». Un appello cui si è aggiunto quello dell'assessore Longo: «Chiediamo particolare aiuto anche ai genitori dei minorenni nel sensibilizzare i loro figli al rispetto delle regole. La situazione è migliorata ma non ne siamo ancora fuori».

Vie chiuse al traffico

Nel frattempo per agevolare i commercianti e chi vuole vivere la serata a Monza, il Comune ha allungato la lista delle vie chiuse al traffico di sera e nei weekend dopo la sperimentazione partita in via Bergamo. Fino a domenica 13 giugno la «ZTL» sarà attiva il mercoledì, il giovedì, il venerdì e il sabato dalle 18.30 alle 24 e la domenica dalle 11 alle 24. In queste fasce orarie il traffico è vietato in via Bergamo (dall’intersezione con via Pesa del Lino all’intersezione con via Canova), in via de Gradi (dall’intersezione con via Vittorio Emanuele all’intersezione con via Visconti), in via Monsignor Talamoni (dall’intersezione con via Santa Margherita fino all’intersezione con via de Gradi) e in via Santa Margherita (dall’intersezione con via Porta fino all’intersezione con via Monsignor Talamoni). Dal divieto di transito sono esclusi i veicoli dei residenti e i mezzi di pronto intervento e di soccorso. È inoltre vietata la sosta con rimozione forzata su entrambi i lati di via Bergamo (dall’intersezione con via Visconti fino all’intersezione con via Canova). «D’accordo con gli esercenti abbiamo voluto ampliare la ZTL con un obiettivo chiaro: migliorare la qualità del centro storico, per chi ci vive e per chi lo frequenta, rafforzandone la sua destinazione a centro commerciale a cielo aperto».

Necrologie