Attualità
troppe inadempienze

Nuova scuola a Limbiate, Comune chiude i rapporti con l'impresa

Rescisso il contratto, ora l'ente locale chiederà i danni e aprirà un nuovo bando per completare i lavori

Nuova scuola a Limbiate, Comune chiude i rapporti con l'impresa
Attualità Desiano, 02 Marzo 2022 ore 15:26

Nuova scuola a Limbiate, Comune chiude i rapporti con l'impresa. Rescisso il contratto ora l'ente locale chiederà i danni e aprirà un nuovo bando per completare i lavori

Nuova scuola a Limbiate, Comune chiude i rapporti con l'impresa

Troppe inadempienze, l’Amministrazione comunale rompe gli indugi e rescinde il contratto con l’impresa appaltatrice della nuova scuola Anna Frank di Limbiate, cioé l’associazione di imprese composta da Na.Gest. Global service srl e Tsa srl. Il Comune chiederà il risarcimento dei danni ma per proseguire i lavori si dovrà aprire un nuovo bando. La decisione, maturata in seguito alla consulenza di un legale, è stata ufficializzata con una delibera di Giunta.

"Decisione sofferta"

"Si tratta di una scelta sofferta ma necessaria per una vicenda particolarmente complessa - ha scritto il sindaco Antonio Romeo nella lettera alle famiglie degli alunni della primaria al quartiere Risorgimento - In buona sostanza si è arrivati a questo provvedimento per gli inadempimenti che hanno pregiudicato la realizzazione dei lavori nei termini previsti in contratto".

Le conseguenze economiche

Le conseguenze sono anche economiche e il Comune chiederà anche i danni per il mancato rispetto degli accordi. Secondo le stime degli uffici comunali, l’ente locale sarebbe creditore nei confronti dell’impresa appaltatrice di circa 340mila euro. Per rivedere la progettazione in vista della nuova gara si stima inoltre una spesa di 40mila. Il Comune applicherà comunque la penale per il ritardo dal giorno successivo alla scadenza del termine fissato per l'ultimazione delle lavorazioni (5 novembre 2021). L’opera è finanziata in gran parte con fondi statali e l’importo rimanente è di circa 1,7 milioni. L’Amministrazione auspica che venga emanato un decreto di proroga per l’erogazione del contributo.

Ora il nuovo bando

Chiuso il contratto con l’impresa, l’Amministrazione ha confermato l’impegno per completare il plesso di via Torino. "Procederò con la stessa determinazione - ha assicurato il sindaco - indiremo un nuovo bando di gara che, partendo da quello che è stato fatto, preveda i lavori necessari per completare il plesso e renderlo disponibile per i nostri ragazzi".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie