Menu
Cerca
Spazio ai più piccoli

Nuovi giochi per i bambini nei parchi di Seregno

L'intervento di manutenzione straordinaria riguarda dieci aree gioco, due delle quali inclusive.

Nuovi giochi per i bambini nei parchi di Seregno
Attualità Seregnese, 05 Maggio 2021 ore 10:19

Giardini pubblici riqualificati con nuovi giochi per i bambini. Sono dieci i parchi della città di Seregno che in queste settimane si sono rifatti il “look” grazie a un intervento di manutenzione straordinaria che hanno riguardato anche due aree gioco inclusive.

Nuovi giochi per i bambini nei parchi di Seregno

L’articolata progettualità di riqualificazione dei giardini pubblici è in fase di completamento. Come dicevano sono dieci le aree dove sono stati installati nuovi giochi per bambini o sostituiti quelli esistenti ma ormai ammalorati.


Nel dettaglio, queste le aree oggetto di un intervento del valore complessivo di 105 mila euro:

  • Parco Giovanni Paolo II: quattro giochi a molla, un dondolo, due scivoli e due altalene doppie;
  •  Parco Due Giugno: un gioco a molla, un dondolo, due scivoli, due altalene doppie, un labirinto inclusivo e un’altalena a cesto inclusiva);
  •  Viale Santuario: tre giochi a molla, un dondolo, uno scivolo, un’altalena doppia;
  • Via Luini – Via Tiepolo: quattro giochi a molla, un dondolo, uno scivolo grande, un’altalena doppia;
  • Via Edison: due giochi a molla, un dondolo, uno scivolo, un’altalena doppia;
  • Parco Falcone e Borsellino: quattro giochi a molla, un dondolo, due scivoli e due altalene doppie;
  • Via Marzabotto: due giochi a molla e due altalene doppie;
  •  Via Virgilio: uno dondolo, uno scivolo e un’altalena doppia;
  • Parco Madre Teresa di Calcutta: tre giochi a molla, un dondolo, uno scivolo e un’altalena doppia;
  • Parco Fratelli Longoni: tre giochi a molla, un dondolo e un’altalena doppia.

“Con un intervento capillare di manutenzione straordinaria siamo andati a riqualificare con nuovi arredi dieci aree gioco
uniformemente disseminate sul territorio comunale – ha spiegato Giuseppe Borgonovo, assessore ai Lavori Pubblici. Siamo particolarmente contenti di aver potuto inserire, in questa programmazione, anche due ‘aree inclusive’, utilizzabili anche da bambini affetti da disabilità fisica. La ricchezza dei parchi urbani è rappresentata dalle persone che li vivono e che li frequentano: siamo contenti di aver offerto alle famiglie nuove opportunità di socialità e di averlo fatto in un momento in cui c’è tanta voglia di stare insieme all’aria aperta”.

Necrologie