Attualità
La protesta a Ruginello

Orario ridotto a causa della mancanza di docenti, la rabbia dei genitori

Raffica di mail a Comune, dirigente scolastica e Provveditorato.

Orario ridotto a causa della mancanza di docenti, la rabbia dei genitori
Attualità Vimercatese, 28 Settembre 2022 ore 16:11

Orario ridotto a causa della mancanza di docenti, la rabbia dei genitori. La protesta alla scuola "Ungaretti" di Ruginello: raffica di mail a Comune, dirigente scolastica e Provveditorato.

"Mailbombing" dei genitori

Un vero e proprio "mailbombing" (forma di protesta che consiste nell’invio di un ingente quantitativo di mail a una stessa casella di posta elettronica) per denunciare una scelta ritenuta ingiusta e discriminatoria. E’ quello organizzato dai genitori della scuola elementare "Ungaretti" di Ruginello, uno dei plessi dell’istituto comprensivo "Don Milani" di Vimercate, e indirizzato al Provveditore Vincenza Maria Berardi, all’Ufficio scolastico provinciale, dell’assessore all’Istruzione Maria Teresa Foà e della dirigente scolastica Mariateresa Chieli. A scatenare la protesta dei genitori una riduzione straordinaria del tempo-scuola per la settimana in corso, dovuta alla mancanza di docenti.

"Mercoledì 21 settembre i genitori dei bambini che frequentano il plesso Ungaretti hanno ricevuto la circolare 26 nella quale veniva comunicato che, a seguito della delibera numero 38 del Consiglio d’Istituto del 20 settembre (peraltro approvata nonostante il voto contrario di tutta la componente genitori), veniva predisposta (esclusivamente per le 5 classi del plesso Ungaretti e per le 5 classi della sezione Montessori del plesso Don Milani) una riduzione straordinaria del tempo-scuola che passava così dal tempo pieno (8.30-16.30 con servizio mensa), attivato come da calendario scolastico a partire dal 19 settembre, ad un orario esclusivamente antimeridiano, da martedì 27 a venerdì 30 Settembre 2022 compresi, senza servizio-mensa - si legge nella lettera - Tale disposizione veniva motivata come unica possibile strategia rimasta al nostro Istituto per rispondere alla carenza di personale docente conseguente al ritardo nella nomina del numero di insegnanti necessario a completare l’organico".

"Una decisione inaccettabile"

Una decisione che ha scatenato la protesta delle famiglie, "costrette" a fare i conti con una situazione ritenuta "inaccettabile".

"Riteniamo inaccettabile questa disposizione sotto più punti di vista. Si tratta di una diminuzione delle ore scolastiche che riguarda solo un plesso tra i tre del nostro Istituto. Comprendendo le grosse difficoltà organizzative in cui versa in questo momento la Dirigenza riteniamo che una così grave disuguaglianza nella gestione dei disagi conseguenti a questa situazione non possa essere tollerata", continua la missiva.

Il servizio completo sul Giornale di Vimercate in edicola da martedì e disponibile su tutte le piattaforme multimediali.

Seguici sui nostri canali
Necrologie