Attualità
Politica

Patto elettorale a Desio, "nessun allargamento della Giunta"

Non ci saranno deleghe per Forza Italia e Desio Popolare. La maggioranza: "Continueremo a portare avanti il nostro programma di governo e a mettere il centro del nostro agire i problemi reali della città".

Patto elettorale a Desio, "nessun allargamento della Giunta"
Attualità Desiano, 25 Giugno 2022 ore 13:13

Patto elettorale a Desio, nessun allargamento della Giunta. Lo hanno specificato  i tre movimenti politici che compongono l’attuale maggioranza, (Lega per Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Lista Civica per Desio), rivolgendosi ai cittadini e rispondendo così alle sollecitazioni di questi mesi venute in particolare dal Centrosinistra che più volte in Consiglio comunale ha chiesto alla maggioranza al governo della città di dare una risposta in merito all'accordo elettorale delle Amministrative dello scorso autunno,  in vista del ballottaggio, tra le liste della coalizione di Stefano Motta (Sìamo Desio Desio Popolare e Forza Italia-Udc) e quelle di Gargiulo. In particolare si parlava di due assessorati e un posto nel Cda della partecipata Bea, in caso di vittoria. Un'interrogazione alla maggioranza in merito al patto elettorale, tra l'altro, è all'ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale giovedì 30 giugno.

Lega, Fdi e Lista Civica Per Desio: "Nessun accordo, solo un confronto politico"

"Non ci sono i presupposti per un allargamento della compagine di governo cittadino - evidenziano in un comunicato i gruppi di maggioranza che sostengono Simone Gargiulo -  Nei mesi precedenti alla campagna elettorale abbiamo lavorato convergendo su un programma elettorale che mettesse al centro Desio e i propri cittadini, mesi durante i quali la componente politica di Forza Italia si è dapprima resa partecipe alla stesura del programma, per poi scegliere, in piena autonomia, di abbandonare la coalizione di Centrodestra, proseguendo in un diverso progetto politico all’interno dello schieramento che vedeva come proprio candidato sindaco Stefano Motta. Le strumentalizzazioni artatamente portate avanti dalla sinistra desiana su presunti accordi, nella realtà, si riducono a un normale confronto politico con la coalizione Motta in vista del secondo turno di voto, così come del resto è avvenuto tra la stessa coalizione Motta e la sinistra desiana".

"Le sconfitte si devono accettare"

In ogni caso, è parso sin da subito evidente che il confronto con la coalizione Motta non ha condotto ad un accordo politico in grado di soddisfare tutte le parti in causa, attesa la defezione del candidato sindaco Stefano Motta che pubblicamente, prima del voto, si è dissociato dall’appoggiare il nostro candidato Simone Gargiulo. A ciò si aggiunga che il documento contenente una proposta di accordo politico non è stato altro che il tentativo operato dalle segreterie provinciali di ricompattare il Centrodestra in tutti i comuni al voto, proposta che, tuttavia, non ha trovato le condizioni per attecchire a livello locale. Nonostante le ripetute strumentalizzazioni e i toni esasperati assunti da chi non riesce a comprendere che in tutti i sistemi democratici si accettano anche le sconfitte, continueremo a portare avanti il nostro programma di governo e a mettere il centro del nostro agire i problemi reali della città, così come la gestione delle numerose opportunità che la nostra Desio presenta".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie