Attualità
Le richieste

Pericolosità della Sp 45, l'Associazione vimercatese scrive al Prefetto

Segnalate le criticità in due punti in particolare dove i guardrail sono danneggiati con possibili rischi per automobilisti e motociclisti.

Pericolosità della Sp 45, l'Associazione vimercatese scrive al Prefetto
Attualità Vimercatese, 10 Febbraio 2022 ore 09:45

Già la scorsa settimana, nel bilancio degli incidenti stradali avvenuti a Vimercate, era emerso come la Sp 45 fosse l'arteria con più incidenti stradali nel 2021, sul territorio comunale.

Pericolosità della Sp 45, l'Associazione vimercatese scrive al Prefetto

Oggi l'allarme lanciato dall'Associazione 2NOVE9 Aps, conferma la problematica e pone l'attenzione sulla necessità di ripristinare le condizioni di sicurezza per gli utenti della strada all'altezza di due intersezioni in particolare. L'associazione vimercatese, che assiste le vittime di incidenti stradali, i loro familiari e gli aventi diritto, offrendo assistenza legale, medica medico–legale e psicologica in maniera completamente gratuita, ha infatti scritto una lettera indirizzata al Prefetto ponendo l'attenzione sull'intersezione che da Arcore conduce verso Vimercate e verso le Tangenziali e che presenta la completa rottura del guardrail tenuto insieme dalla sola barra metallica bianco-nera. L'associazione sottolinea come l'intersezione sia in questa condizione "da quasi 8 mesi, ovvero almeno da luglio 2021, informazione questa verificabile dallo storico immagini di Google Maps".

L'altro punto pericoloso si trova sulla medesima direttrice (SP 45) provenendo da Vimercate all’altezza del bivio Arcore-Monza/Como. L'intersezione presenta la deformazione ed il distaccamento dal supporto centrale di fissaggio del guardrail, accartocciatosi anche nella parte laterale destra.

I pericoli per automobilisti e motociclisti

" In entrambi i casi, la pericolosità è rappresentata dalla barriera esausta che, in caso di impatto anche a basse velocità sul lato destro, quasi sicuramente si staccherebbe trapassando il veicolo causando quindi il decesso degli occupanti, ipotesi scongiurabile se la barriera fosse ripristinata integralmente".

L'Associazione dunque pone l'accento sulla necessità urgente di un ripristino delle condizioni di sicurezza e al contempo suggerisce l'utilizzo di attenuatori d'urto in grado di attenuare ancora di più eventuali conseguenze in caso di sinistro stradale.

"Suggeriamo l’applicazione attenuatori d’urto di nuova generazione: si installano con battipalo su qualsiasi tipo di terreno e la caratteristica principale è la facilità di manutenzione a seguito di un urto. Durante l'urto infatti il dispositivo dissipa energia comprimendo aria senza che i componenti si rompano, pieghino o taglino lamiera. Il risultato è che non ci saranno componenti da sostituire ed il dispositivo sarà nuovamente riutilizzabile una volta riaperto utilizzando la gru di un camion".

" Questo dispositivo  - prosegue l'Associazione nella lettera indirizzata al Prefetto - è in grado di garantire la sopravvivenza degli occupanti di un veicolo lanciato a anche a 90km/h: purtroppo non sempre i conducenti rispettano i limiti di velocità e questa soluzione potrebbe salvare le vite anche di altri occupanti di un veicolo, incolpevoli della condotta del conducente stesso".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie