Attualità
A Monza

Piazza sporca dopo il mercato, esplode la polemica

Scaricabarile tra Amministrazione e ambulanti, finché l'opposizione mostra un documento

Piazza sporca dopo il mercato, esplode la polemica
Attualità Monza, 07 Giugno 2022 ore 16:23

Non era certo una bella cartolina di Monza la foto di piazza Trento piena di rifiuti scattata il 2 giugno dopo il mercato. Puntuali sono arrivate le critiche e immediato è scattato lo scaricabarile. Di chi era la colpa? Per giorni c’è stato un rimpallo di responsabilità, la Giunta ha accusato gli ambulanti, gli ambulanti hanno scaricato sui colleghi di fuori Monza, finché non è arrivata la presa di posizione tranchant dell’opposizione che è tornata ad accusare l’Amministrazione mostrando un documento.

Piazza sporca dopo il mercato del 2 giugno

Per prima a pubblicare le foto, denunciando il degrado è stata Francesca Pontani, consigliera comunale di Italia Viva che ha attaccato: «Siamo una città di serie Z».

Del resto il cumulo di cartoni e rifiuti di ogni tipo sotto il Comune di Monza e il Monumento ai caduti era tutt’altro che un bel biglietto da visita per accogliere chi magari, complice la giornata di festa, voleva godersi una passeggiata in centro. Sulla questione è intervenuta a quel punto anche l’assessore all’Ambiente Martina Sassoli, firmandosi sui social Lady Pattume in modo ironico e dicendo la sua: «E’ un vero orrore constatare che, per la maleducazione di “pochi”, Monza si sia presentata così: dopo il mercato straordinario di oggi, purtroppo, qualcuno si è “dimenticato” delle regole che prevedono di non lasciare alcun tipo di rifiuto in strada. Davanti a questo ennesimo sgarbo fatto alla città, grazie agli operatori di Sangalli che oggi hanno dato la propria disponibilità nonostante non fossero di turno e grazie ai commercianti che seguono le regole e alle Gev che cercano di farle rispettare».

Ambulanti e opposizione dicono la loro

Colpa quindi degli ambulanti? Lorenzo Manazzale a nome della categoria difende la Giunta e al tempo stesso precisa: «Probabilmente il problema è stato l’afflusso di ambulanti da fuori (e non dei soliti fissi che ben conoscono le regole e le rispettano), quelli non sapevano che avrebbero dovuto portare via la pattumiera trattandosi di un giorno festivo». Non così però sarebbero andate le cose secondo la lista civica MonzAttiva: «È vergognoso scaricare lo scempio di piazza Trento e Trieste dopo il mercato del 2 giugno sugli ambulanti. L’assessore Sassoli ci ha provato, senza riuscirci. I documenti protocollati dal Comune raccontano altro». Insomma, secondo l’opposizione la questione starebbe in un altro modo e ci sarebbe una determina a provarlo: «Trattandosi di una data già fissata  in calendario e non di un mercato straordinario al termine, come sempre, gli ambulanti devono accumulare in un punto la spazzatura ma poi ci deve essere il passaggio per la raccolta dei rifiuti. Qualcuno forse si è dimenticato? Per l'assessore assumersi le proprie responsabilità sarebbe stata la scelta giusta. L’unica possibile».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie