Attualità
Mobilitazione

Più cultura e meno palazzi, originale flash mob in strada

A Monza al Buon Pastore striscioni e manifestanti per chiedere la biblioteca

Più cultura e meno palazzi, originale flash mob in strada
Attualità Monza, 14 Ottobre 2021 ore 19:26

Una biblioteca e non un centro commerciale al posto dell'ex chiesa. Erano oltre cento i manifestanti che oggi, giovedì 14 ottobre 2021, hanno partecipato al flash mob di protesta al Buon Pastore. Una particolare mobilitazione per sensibilizzare sul consumo di suolo, chiedendo più servizi per la cittadinanza.

Il flash mob al Buon Pastore

Un flash mob organizzato dal comitato Pro Buon Pastore in collaborazione con il coordinamento dei comitati che è andato in scena dalle 18.30 in via Cavallotti 22- via Pellettier 10. Tanti i manifestanti con gli striscioni per l'iniziativa  intitolata «L’area del Buon Pastore per una nuova biblioteca civica monzese e meno consumo di suolo». Al flash mob sono stati presenti anche gli autori Silvia Messa, Claudia Ryan e Michele Fierro che hanno letto alcune pagine dei loro libri. L’invito degli organizzatori ai partecipanti infatti era quello di portare un libro e leggere la pagina che più amasse.

Più cultura e meno cemento

Si è trattata di una forma di sensibilizzazione per chi, come il comitato, vedrebbe di buon occhio la realizzazione di una biblioteca all’interno della storica area dove si trovano i resti dell’antica Villa Uboldi costruita alla metà del XVII secolo. L’area comprendente anche 20mila metri quadrati di parco, nel 2004 fu venduta a un privato e attualmente è dismessa. L’attuale proprietà ha presentato un progetto che prevede la costruzione di tre condomini per un totale di 240 appartamenti e 350 box, oltre a un piccolo centro commerciale all’interno della chiesa panottica. Un progetto che consumerà 4mila metri quadrati di suolo. "Il nostro progetto alternativo prevede la possibilità di creare una nuova biblioteca", hanno spiegato i promotori.

7 foto Sfoglia la gallery
Necrologie