Attualità
Carate Brianza

Pnnr, da Roma 5 milioni di euro per la «rigenerazione» della città

La seconda tranche dei contributi è stata confermata con l'approvazione del decreto da parte del Ministero dell'Interno.

Pnnr, da Roma 5 milioni di euro per la «rigenerazione» della città
Attualità Caratese, 16 Aprile 2022 ore 16:00

Cinque milioni di euro, oltre la metà dei quali per la bonifica dell’area del plesso scolastico delle Gaggioli dove in futuro sorgerà un parco inclusivo ad uso delle famiglie. Ma, nel «pacchetto» di interventi, ci sono anche quasi 700 mila euro per il risanamento dell’ex discarica comunale di via Tagliamento.

Pnnr, da Roma 5 milioni di euro per la «rigenerazione» della città

La città di Carate cambia volto con i progetti di rigenerazione urbana finanziati con il Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza. La seconda tranche dei contributi - la prima aveva lasciato a bocca asciutta buona parte della Lombardia - è stata confermata con l'approvazione da parte del Ministero dell'Interno e del Dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie del decreto del 4 aprile scorso che stabilisce lo scorrimento della graduatoria per l'erogazione dei contributi per progetti di rigenerazione urbana che puntino a ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale. Una misura che anche Anci Lombardia aveva più volte sollecitato.

Il provvedimento finanzia tutte le opere già ammesse nel precedente decreto del 30 dicembre, ma che erano state escluse dalla prima classifica perché era finito il fondo.
Per i Comuni lombardi si tratta di poter contare su quasi 270 milioni di euro di risorse, che andranno a finanziare 193 opere nella nostra regione, a fronte delle 554 opere finanziate a livello nazionale con 900 milioni di euro complessivi.
A Carate Brianza, come detto, i fondi stanziati dal Governo ammontano a 5 milioni di euro. Saranno ripartiti in cinque annualità dal 2022 al 2026 e a partire da subito. Le opere il cui importo è inferiore a 500mila euro saranno invece finanziate nei primi due anni.

«L’intervento risponde all'esigenza di una più equa distribuzione territoriale delle risorse già assegnate che aveva fortemente penalizzato anche i Comuni della Lombardia. Siamo rientrati con grande soddisfazione tra i beneficiari dopo che il Ministero dell’Interno ha rifinanziato l’erogazione dei contributi, consentendo così di procede allo scorrimento della graduatoria. Grazie a queste risorse, potremo dare corso allo sviluppo progettuale definitivo ed esecutivo e alla realizzazione di opere importanti, di cui il nostro territorio ha bisogno a cominciare dal progetto più consistente che avevamo presentato relativo alla bonifica dell’area delle ex Gaggioli che sarà necessaria e avviata dopo il trasferimento della attuale sede del liceo Don Gnocchi nel nuovo polo di via Tommaso Grossi», ha spiega il sindaco Luca Veggian (Forza Italia).

Bonifica e parco giochi nelle ex Gaggioli Risanamento anche per l’ex piattaforma

Interventi per un importo complessivo di 5 milioni di euro, tanti quanti messi a disposizione per i Comuni sotto i 50 mila abitanti dal bando ministeriale per la rigenerazione urbana e il decoro e stanziati dal Governo con la legge di Bilancio 2020.
La Giunta Veggian aveva approvato a suo tempo il progetto di partecipazione al bando che scadeva il 4 giugno 2021.
L’intervento più consistente riguarda la bonifica della ex scuola Don Gnocchi in via Gaggioli con la creazione di un parco inclusivo sull’area per 2 milioni 753 mila euro. Quasi 700 mila euro (698.737 euro) sono stati richiesti per la bonifica dell’ex piattaforma ecologica di via Tagliamento chiusa dal 2017 con ordinanza per la pericolosità derivata dall’eccessiva concentrazione di biogas nel sottosuolo, dove sono previsti interventi strutturali e un’operazione di rimboschimento dell’area.
Due gli interventi sulla mobilità sostenibile: uno per la realizzazione di una pista ciclopedonale lungo via Kennedy, via Giotto e via Rivera per il collegamento alle scuole, oltre a marciapiedi, attraversamenti luminosi e modifica del parcheggio. Un secondo, per un importo di 334.890 euro, andrà per la realizzazione di postazioni di ricariche elettriche per le auto sul territorio comunale.
Per altri 496 mila euro è stato chiesto il finanziamento per interventi di ristrutturazione edilizia con la messa a norma dei serramenti dei plessi delle scuole primarie di via Mazzini e di via Montello a Costa Lambro e del palazzetto di via Olimpia.
Due ultimi progetti (entrambi per un importo attorno ai 148 mila euro) riguarderanno l’immobile che ospita il centro anziani di via Sauro (impiantistica, riqualificazione delle facciate del cortile, sistemazione del cancello di ingresso) e la riqualificazione del palazzetto sportivo di via Olimpia.

(nella foto in evidenza una veduta del complesso delle scuole di via Dei Gaggioli)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie