Attualità
Monza

Prestazioni sanitarie di sera e nel weekend: è boom di prenotazioni al San Gerardo

Al via da domani il progetto sperimentale per le prestazioni di diagnostica per immagini.

Prestazioni sanitarie di sera e nel weekend: è boom di prenotazioni al San Gerardo
Attualità Monza, 05 Maggio 2022 ore 10:40

Prende il via domani presso la ASST Monza, il progetto sperimentale di Regione Lombardia che prevede l’ampliamento dell’offerta di prestazioni sanitarie attraverso l’estensione dell’orario di attività dei servizi ambulatoriali. Da domani e nei fine settimana successivi, gli utenti potranno usufruire dell’erogazione di prestazioni di diagnostica per immagini con grandi attrezzature (es. tac, mammografie e
risonanze magnetiche).

Prestazioni sanitarie di sera e nel weekend: al San Gerardo di parte domani

All’Ospedale San Gerardo di Monza il venerdì dalle 20 alle 24, il sabato dalle 14 alle 18 e la domenica dalle 9 alle 13, i pazienti potranno recarsi in Radiologia con l’appuntamento prenotato, passando dall’ingresso principale e recandosi al piano -1 della Palazzina Accoglienza.
Non cambiano le modalità di prenotazione delle prestazioni da parte dei cittadini residenti o domiciliati in regione. Una volta in possesso della prescrizione del medico curante, il cittadino potrà verificare le disponibilità per le prestazioni di diagnostica per immagini con grandi
attrezzature:
- contattando il call center di prenotazione regionale al numero 800.638.638
- attraverso il sito Prenotasalute o la app Salutile Prenotazioni
- recandosi al CUP dell’Ospedale San Gerardo (previa prenotazione attraverso ZeroCoda).

E' boom di prenotazioni per le risonanze magnetiche

Il provvedimento rientra nel progetto di riduzione delle liste d’attesa, fortemente voluto da Regione Lombardia. Per quanto riguarda il San Gerardo i numeri parlano da soli: fino alla fine del mese di giugno sono già quasi stati riempiti gli slot relativi alle risonanze magnetiche,
in alcuni casi con una saturazione del 100 per cento. Restano a disposizione mammografie ed ecografie mammarie, con agende sature in alcuni casi già al 58% e diversi appuntamenti liberi per le Tac.

Un modo per andare incontro alle esigenze di donne e lavoratori

“Abbiamo messo a disposizione 193 prestazioni per i fine settimana di maggio e giugno al momento – sottolinea il Direttore Generale della ASST Monza Silvano Casazza -. In alcuni casi i posti a disposizione sono andati subito esauriti, segno che il progetto è partito con il
piede giusto. In altri casi, come la Tac o la mammografia ci si può ancora prenotare. Anche l’Ospedale San Gerardo in questo modo contribuisce a venire incontro alle esigenze di chi ha necessità di esami specialistici e screening posticipati a causa della pandemia”.

“Mi congratulo con la Direzione e tutto il personale per questa iniziativa che va incontro a specifiche esigenze di donne e lavoratori – plaude la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti -. I primi riscontri sono davvero positivi sia nei numeri sia nello spirito che
caratterizza questa sperimentazione. Un ulteriore tassello di attenzione della sanità pubblica nei confronti dei cittadini”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie