Attualità
Vimercate

Processo per bancarotta: ancora una beffa per gli ex lavoratori di Bames e Sem

Nuovo slittamento a maggio. La reazione: "Molta amarezza e sfiducia".

Processo per bancarotta: ancora una beffa per gli ex lavoratori di Bames e Sem
Attualità Vimercatese, 06 Aprile 2022 ore 16:31

Tutto rinviato a maggio. Ennesima doccia fredda per gli ex lavoratori di "Bames" e "Sem". La scorsa settimana è arrivata la conferma del posticipo al 4 maggio della nuova udienza per il processo per bancarotta fraudolenta a carico degli ex amministratori delle due società del comparto ex "Ibm" di Velasca di Vimercate, dichiarate fallite. Quasi 500 i lavoratori rimasti a spasso.

Ennesimo rinvio del processo

Una beffa perché, archiviato nel dicembre del 2020 il processo per gli imputati che avevano scelto il rito abbreviato (che aveva portato alla condanna a 4 anni e 8 mesi e 5mila euro di risarcimento a ciascun lavoratore che si era costituto parte civile per Massimo e Selene Bartolini, figli del patron del gruppo, Vittorio Romano Bartolini), nel 2021, in piena pandemia, il processo era proseguito con il rito ordinario e si erano tenute diverse udienze per gli altri otto imputati (Vittorio Romano Bartolini, Giuseppe Bartolini, Luca Bertazzini, Alessandro Di Nunzio, Riccardo Toscano, Angelo Sandro Interdonato, Salvatore Giugni, Cats Oozi); con un percorso di deposizioni e testimonianze fino alle ultime due tenute nel novembre 2021 con la definizione di un calendario da tenere tra febbraio e luglio 2022. Calendario che in realtà, tra posticipi e rinvii è rimasto sulla carta.

La rabbia degli ex lavoratori

"Non sappiamo come si sentono gli addetti ai lavori di fronte a questi continui rinvii che allungano i tempi dei processi - hanno commentato il comitato degli ex lavoratori in una nota - Sappiamo però come si sente chi ha subito dei torti, questa situazione crea molta amarezza e sfiducia. Vanno date delle risposte a queste problematiche; comunque non molliamo!".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie