Attualità
Giussano

Pub chiuso per mafia, il titolare ricorre al Tar contro il Comune e la Prefettura

Luca Sanga proprietario del locale «Milano Torino» chiede l’annullamento dell’interdittiva.

Pub chiuso per mafia, il titolare ricorre al Tar contro il Comune e la Prefettura
Attualità Caratese, 19 Dicembre 2021 ore 16:00

C'è un nuovo ricorso contro il Comune, presentato dal titolare del locale MilanoTorino. Luca Sanga, con ditta individuale, ha promosso il procedimento davanti al Tar nei confronti dell'Amministrazione, ma anche della Prefettura di Monza, del Ministero dell'Interno e dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, per chiedere l'annullamento del provvedimento di  chiusura, legato all'interdittiva antimafia disposta dalla Prefettura nei confronti del locale di via Lario a Paina, di cui Sanga risulta essere il nuovo proprietario.

Pub chiuso per mafia, il titolare ricorre al Tar contro il Comune e la Prefettura

Subito dopo la chiusura, ad inizio novembre, c'era stata una prima forma di protesta da parte della proprietà: attraverso alcuni striscioni affissi davanti al bar, poi rimossi, con i quali si «contestava» il provvedimento di chiusura definendolo una «grave ingiustizia». Ora però si è proceduto per vie legali.
E' il secondo ricorso al quale il Comune deve fare seguito, affidandosi ad uno studio legale di Milano, esperto in materia di diritto amministrativo.

I vecchi gestori, infatti, già dopo la prima interdittiva antimafia emessa lo scorso dicembre 2020 nei confronti del locale Deja vù - oggi Milano Torino - erano intervenuti facendo ricorso al Tribunale Amministrativo. Ricorso contro il quale l’Amministrazione ha resistito in giudizio e vinto il procedimento.

Nel corso di quest’anno poi, il locale ha riaperto con il nuovo nome, ma è durato poco, poichè l'attenzione degli inquirenti e nello specifico della Dia di Milano, si è focalizzata nuovamente sul bar. Le attività investigative hanno portato ad indagare su società considerate in qualche modo vicine alla criminalità organizzata e tra queste ci è finito il «MilanoTorino».
Il Prefetto di Monza a novembre ha infatti disposto la cessazione dell’attività e la decadenza del titolo autorizzativo all’esercizio.  Contro il quale, di nuovo, il proprietario si oppone.

(nella foto gli striscioni affissi davanti al bar «Milano Torino», pochi giorni dopo la chiusura disposta dalla Prefettura in conseguenza del provvedimento di interdittiva antimafia9

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie