Attualità
Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus

Quasi un milione di euro per sostenere otto nuovi progetti di contrasto alla povertà

Questa mattina negli spazi della Casa del Volontariato di Monza la presentazione dei nuovi progetti sostenuti dal Fondo Contrasto Nuove Povertà.

Quasi un milione di euro per sostenere otto nuovi progetti di contrasto alla povertà
Attualità Brianza, 07 Luglio 2022 ore 16:31

Attenzione alle famiglie fragili e agli adulti vulnerabili, contrasto all’isolamento sociale dei minori e avvio di nuove comunità educanti inclusive. Sono solo alcuni dei obiettivi degli otto nuovi progetti valutati positivamente dal Comitato di gestione del Fondo "Contrasto nuove povertà" e per i quali è stata stanziata la cifra di 987 mila euro. I progetti sono stati presentati questa mattina, giovedì 7 luglio, nella Casa del Volontariato di Monza.

3 foto Sfoglia la gallery

Quasi un milione di euro per sostenere otto nuovi progetti di contrasto alla povertà

Il Fondo “Contrasto nuove povertà” è stato istituito presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza con una prima dotazione di risorse messe a disposizione da Fondazione Cariplo, Fondazione Peppino Vismara e la stessa Fondazione di Comunità MB.

Il contributo di singoli donatori privati, di Acsm Agam, BrianzAcque e AEB ha implementato le risorse a favore del Fondo, ora pari a 2,5 milioni di euro per il triennio 2021-2023. Si tratta di uno strumento nato in coerenza con il programma “Contrastare l’aggravio delle povertà” promosso da Fondazione Cariplo, che nei diversi territori ha portato alla creazione di Fondi per sostenere iniziative di contrasto alle diverse forme di povertà.

Tutte le otto nuove progettazioni selezionate presentano un tratto distintivo comune: l’essere state in grado di attivare e di strutturare importanti reti territoriali, in grado di offrire una risposta di sistema alle priorità e ai bisogni individuati. In particolare i focus del progetti selezionati sono: attenzione alle famiglie fragili, avvio
di azioni di contrasto all’isolamento sociale di minori preadolescenti e adolescenti, attenzione agli
adulti vulnerabili, avvio di iniziative di supporto alimentare e, ancora, apertura di comunità educative
inclusive.

Tanti enti coinvolti

Sono complessivamente 141 gli enti che, a diverso titolo, risultano coinvolti nell’elaborazione delle iniziative: cooperative sociali, associazioni di terzo settore, sportive e culturali, istituti scolastici, istituti religiosi ed enti pubblici.

“Una comunità che si muove in rete ha la capacità di leggere e intercettare i bisogni più immediati e visibili, ma soprattutto quelli latenti, che se identificati con anticipo possono fare la differenza nella vita delle persone - ha commentato il presidente di Fondazione Cariplo Giovanni Fosti - Per questo Fondazione Cariplo continua a investire con convinzione per sostenere progettualità che coinvolgono numerosi soggetti del territorio impegnati nel contrasto alle povertà materiali, spesso più visibili, ma anche in quelle più nascoste che minano la costruzione di futuro, come la povertà educativa, quella digitale e soprattutto il disagio emotivo dei ragazzi. La presenza attiva di importanti realtà imprenditoriali e di singole donazioni private che contribuiscono al Fondo, è segno della bontà di queste proposte e dei legami di fiducia che si sono generati sul territorio.”

I progetti

Di seguito, nel dettaglio, i progetti selezionati:

  • “Care box”, famiglia di famiglie | Rotary Distretto 2042 onlus
    Stanziamento: 80mila euro
    Azioni: il progetto prevede il sostegno di media o lunga durata alle famiglie di Monza e dei comuni limitrofi che si trovano in situazioni di difficoltà a causa della perdita di lavoro o in condizioni di disagio economico e sociale. La consegna quindicinale o mensile di pacchi alimentari, l’avvio di doposcuola finalizzati al supporto nello studio e allo sviluppo relazionale, l’organizzazione di eventi di condivisione e di soggiorni estivi rivolti alle famiglie e, ancora, la programmazione di corsi di italiano rivolti a donne straniere sono solo alcune delle attività previste dal progetto.
    Partner: istituto religioso delle Minime Oblate del Cuore Immacolato di Maria onlus, MAPO odv, Società San Vincenzo De’ Paoli - Consiglio centrale di Monza.
    In rete: Rotary Club Monza Ovest, Banco Alimentare, Comune di Monza.
  • Tavolo di sistema sulla povertà educativa “Contaminiamoci di cultura” | Cooperativa sociale. Progetto Integrazione onlus. Stanziamento: 127mila euro. Azioni: il progetto intende contrastare la povertà educativa nelle aree di Desio, Seregno, Arcore, Agrate e Monza rivolgendosi alla popolazione più fragile, con un focus speciale sui bambini e sui ragazzi migranti e sulle loro famiglie. Si propone di intervenire sulle cause profonde della povertà educativa colmando i gap esistenti, in particolare negli ambiti formativi, educativi e sociali. Il progetto opera in stretto collegamento con i "I Patti educativi di Comunità" presentati da Un Ponte Per e mira a coordinare le azioni, condividere buone pratiche e armonizzare gli obiettivi per evitare sprechi, sovrapposizioni e risposte frammentate e disarticolate. Partner: associazioni Brucaliffo, Sulè, DelleAli e il Centro Residenze Reali Lombarde. In rete: scuola di italiano “Il Centro” di Desio, Moskito, Comune Monza, Associazione di Volontariato Arcore, Comune di Agrate, E-Lab, IC di Cesano Maderno, IC Salvo D'Acquisto, IC Valsecchi di Varedo, IC Bontempi Agrate, IC Fratelli Cervi di Limbiate, IC Margherita Hack di Nova Milanese, IC Tolstoj di Desio, IC via Prati di Desio, istituto Manzoni di Bovisio Masciago, CdRR, Mosquito Rugby, Ambito Territoriale di Desio.
  • H.E.R.O.S. | Sociosfera onlus - Stanziamento: 78mila euro
    Azioni: Il progetto è sostenuto dal Comune e dall’ambito di Seregno, oltre che da una rete locale costituita da scuole, cooperative, associazioni, parrocchie e oratori: obiettivi quelli di favorire l’emersione di situazioni latenti o a rischio povertà educativa, promuovere attività e iniziative per realizzare progetti di vita personalizzati, individuare nuovi strumenti e metodologie inclusive intervenendo in più ambiti e su più target.
    Partner: le cooperative sociali EOS e POP.
    In rete: Comune di Seregno, oratori della comunità pastorale San Giovanni Paolo II di Seregno, Comitato di quartiere Meredo - Sant'Ambrogio di Seregno, istituto Martino Bassi di Seregno, istituto tecnico Primo Levi di Seregno, Collegio Balerini di Seregno, AGESCI Seregno, AFOL Monza Brianza, Natur&Onlus, associazione Antonia Vita - Carrobiolo, E-Lab Onlus, Comitato di quartiere San Carlo, Casa della Carità di Seregno.
  • Il giardino dei sogni: fiori di speranza | Parrocchia San Giuseppe di Seregno
    Stanziamento: 200mila euro
    Azioni: con il coinvolgimento di una rete di associazioni e di enti si intendono realizzare interventi coordinati negli ambiti educativi, della grave emarginazione e della povertà alimentare. Obiettivo quello di rendere la Casa della Carità di Seregno un punto di riferimento in grado di supportare in ogni ambito di necessità la persona che si rivolge al servizio.
    Partner: Conferenza San Vincenzo, cooperativa San Vincenzo, Centro di Aiuto alla Vita – sezioni di Seregno, Desio e Sovico.
    In rete: Caritas Decanato Seregno, Città di Seregno.
  • Spazio Lab, insieme verso l’autonomia | Associazione Madre della Misericordia - Stanziamento: 71mila euro
    Azioni: il progetto prevede la creazione di un luogo multidisciplinare in grado di soddisfare le necessità
    intercettate dall'associazione e dai partner: si vogliono creare sinergie tra le associazioni che ruotano intorno alla “Casa della Carità” di Muggiò, gestita dall'associazione, e i diversi gruppi caritativi della comunità pastorale. La “Casa della Carità” ospiterà attività di doposcuola per i figli delle ospiti, degli assistiti dal banco di solidarietà, da Caritas e San Vincenzo, interventi personalizzati per le alunne della scuola di italiano, laboratori artistici, cineforum e momenti di scambio aperti anche alla comunità.
    Partner: Parrocchia San Giuseppe, Banco di Solidarietà “Noi gli Amici di Paolo”.
    In rete: parrocchia Santi Pietro e Paolo, parrocchia San Francesco, parrocchia San Carlo, Comunità
    Pastorale Madonna del Castagno.
  • InNovaMenti. Posso dire, posso fare, posso esserci | Fondazione Rossi
    Stanziamento: 128mila euro
    Azioni: l’intervento nasce da un percorso di co-progettazione avviato a Nova Milanese fra partner accomunati dall’essere in prima linea in campo educativo, culturale e sociale. Si intende offrire a circa mille ragazzi, di età compresa tra i 9 e i 17 anni, una serie di opportunità di qualità - dalla socialità costruttiva alle occasioni aggregative, formative e culturali. Attenzione poi ai luoghi e alle relazioni che favoriscono lo sviluppo delle motivazioni personali e dei progetti di vita, così da accompagnare i bambini e i ragazzi nel processo di sviluppo di competenze cognitive, emotive e di protagonismo attivo.
    Partner: Arci Nova, Associazione Felicita Merati, Corpo Musicale Santa Cecilia - CMI, Impronte APS,
    Libera Accademia di pittura Viviani APS, SpazioVita APS.
    In rete: Comune di Nova Milanese, IC Giovanni XXIII di Nova Milanese, IC Margherita Hack di Nova
    Milanese, Comitati genitori degli istituti comprensivi di Nova Milanese.
  • Giovani e adulti crescono insieme | Parrocchia San Pio X di Monza
    Stanziamento: 200mila euro
    Azioni: il progetto si sviluppa all'interno delle tre parrocchie della Comunità Pastorale Ascensione del
    Signore di Monza con il coinvolgimento attivo di enti non profit attivi all'interno e all'esterno dell';ambito oratoriano. Ambizione del progetto non solo il semplice supporto alle persone e alle famiglie coinvolte, ma anche la definizione di un modello operativo esportabile nelle altre parrocchie della Diocesi di Milano. Partner: parrocchia di San Biagio, parrocchia di Santa Gemma, E-Lab Onlus Doposcuola, cooperativa sociale Fraternità Capitanio, Associazione Volontari Caritas Monza. In rete: Comune di Monza, Società San Vincenzo De’ Paoli, Agesci Scout, cooperativa sociale La Nuova Famiglia, cooperativa sociale Sociosfera, società cooperativa La Meridiana, Università Cattolica delSacro Cuore di Milano.
  • Save the food. Tavolo di sistema contro lo spreco e lotta alla povertà alimentare | Casa del Volontariato
    Stanziamento: 103mila euro
    Azioni: il progetto intende attivare un coordinamento di sistema tra le diverse realtà che da anni operano sul territorio di Monza e Brianza a sostegno di famiglie in condizioni di grave povertà, così da avviare una co-progettazione con le pubbliche amministrazioni utile ad armonizzare azioni altrimenti frammentate, condividere le competenze, ottimizzare l'acquisto di derrate e il recupero delle eccedenze. Previsto l’utilizzo di una piattaforma informatica dedicata.
    Partner: Fondazione progetto ARCA, associazione Missionaria Sabaoth, Auser Monza Brianza, Auser
    Barlassina, Auser Lissone, Auser Cavenago, Auser Desio, Arte d’Amarsi OdV.
    In rete: Comune di Monza, Comune di Lissone, Comune di Barlassina.

I progetti di marzo hanno già preso avvio

Intanto hanno già preso il via molte delle prime sei azioni selezionate, di cui è stata data comunicazione nel mese di marzo: sono stati organizzati tornei sportivi e momenti di incontro e di condivisione dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie, attività ludiche e ricreative, percorsi laboratoriali e attività di contrasto alla povertà economica e finanziaria. Le attività sono solo all’inizio: si svilupperanno nell’arco dei prossimi due anni.

A oggi il Fondo ha stanziato complessivamente 1.821.000 euro per il sostegno di 14 progetti: sul sito della Fondazione MB, fondazionemonzabrianza.org, sono state create raccolte fondi dedicate alle singole iniziative che, come il Fondo, possono essere sostenute con una donazione online o con un bonifico.

Il Fondo infatti è aperto: chiunque può contribuire con donazioni e incrementare così le risorse a disposizione e della comunità. È possibile effettuare un bonifico intestato alla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Iban: IT03 Q05034 20408 000000029299; - Causale: Fondo Contrasto Povertà. È possibile sostenere il fondo anche con una donazione online a questo link.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie