Attualità
Triuggio

Raccolta fondi dell'associazione Nigeria 2000

Il banchetto con la vendita di piantine è presente tutto il giorno davanti alla Cooperativa.

Raccolta fondi dell'associazione Nigeria 2000
Attualità Caratese, 30 Ottobre 2021 ore 10:58

Banchetto dell'associazione "Nigeria 2000" tutto il giorno fino alle 18.30 (sabato 30 ottobre) davanti alla Cooperativa di Triuggio per raccogliere fondi per i vari progetti del sodalizio. Dopo due anni di stop a causa della pandemia il sodalizio, che opera da 20 anni in Nigeria per aiutare i bambini e le loro famiglie, scende in piazza con la vendita di piantine.

Nigeria 2000

"Nigeria 2000 è un'associazione di volontariato senza scopi di lucro, che si ispira ai valori cristiani della condivisione e dell'aiuto fraterno, nata con lo scopo di fornire il proprio sostegno a situazioni di bisogno nei paesi africani, fornendo un supporto alle famiglie nel percorso educativo e scolastico dei loro figli, il futuro di tutti i popoli - spiega il presidente Augusto Sala - Siamo partiti vent'anni fa quasi per scherzo, realizzando un pozzo d'acqua grazie al contributo del gruppo Let's Go, inaugurato nell'agosto del 2000. Da lì è nato un po' tutto, 20 anni di lavoro in Nigeria. Bisogna far qualcosa per chi ha bisogno".

I progetti di Nigeria 2000

"In questi anni abbiamo realizzato parecchie cose grazie all'aiuto di tante persone, sia italiane che straniere - spiega il presidente - L'attenzione ai bambini è la priorità dell'associazione: grazie al progetto "La Casa della Carità", che attualmente ospita 30 ragazze, si vuole offrire ai bambini che sono rimasti soli per aver perso i genitori o impossibilitati per cause economiche a essere assistiti dalle famiglie di origine, una struttura in grado di accoglierli e fornire loro un futuro migliore. Poi c'è il progetto "Sostegno a distanza" per lo studio: attualmente sono 175 i ragazzi nigeriani che vengono aiutati da tutta Italia. Le offerte che raccogliamo vengono messe in un "Fondo Speciale" destinato alla risoluzione di situazioni impreviste: il denaro raccolto viene utilizzato a favore di tutti i bambini che si rivolgono all'associazione per risolvere problemi di salute. Quando avanza qualche soldino realizziamo casette per i più poveri: in questi anni, grazie alle offerte occasionali senza obbligo di continuità e con il ricavato di piccoli banchi vendita, sono state realizzate 12 casette per le famiglie più povere. Come quella di Joseph, un papà nigeriano molto malato che ha espresso il desiderio prima di morire di avere una casa per i suoi quattro figli. Siamo riusciti a realizzarla e lui è morto sereno".

Le opere realizzate dall'associazione

"Abbiamo realizzato il Centro Gianfranca Sala, inaugurato nel gennaio 2019 - aggiunge Augusto Sala - Un centro di formazione professionale per ragazzi che vogliono imparare un mestiere. In questo centro è stata avviata una piccola sartoria dove vengono confezionati gli abiti talari per i sacerdoti della diocesi. La sartoria viene gestita direttamente dai ragazzi che, grazie al sostegno a distanza, si sono diplomati nel settore moda. Un grazie riconoscente a Luigia e ai suoi familiari che hanno donato la cifra necessaria all'acquisto dei primi importanti macchinari. Da dieci anni abbiamo aperto anche il Santuario Mariano, realizzato grazie al prezioso sostegno di numerosi benefattori da tutta Italia. "Un gioiello per tutta la Nigeria", come l'ha definito il vescovo il giorno dell'inaugurazione. Realizzato tutto in cartongesso e polistirolo da un ragazzo che ha potuto effettuare gli studi. Al centro, sotto la statua della Madonna alta circa due metri, il tabernacolo donato dall'ex parroco don Ambrogio Pigliafreddi, e sull'altare i candelabri donati da mia mamma Melania".

Come aiutare l'associazione

"In 20 anni abbiamo realizzato tanti progetti, è una bella soddisfazione - conclude il presidente - Di strada ne è stata fatta tanta ma c'è ancora tanto da fare. Abbiamo realizzato anche il Centro Regina Mundi, un centro di formazione per laici e consacrate che lavorano contro il tribalismo all'interno della chiesa locale. Tra i nostri progetti futuri speriamo di realizzare anche la Casa di San Giuseppe che accolga i ragazzi nella loro formazione religiosa. Un ringraziamento va anche alla Banca di Credito Cooperativo di Triuggio per il contributo annuale dato alle suore in Nigeria". Per informazioni sull'associazione 338-3658133, e-mail: nigeria2000@virgilio.it.

Il servizio completo sarà pubblicato anche sul Giornale di Carate in edicola da martedì 2 novembre 2021.

 

Necrologie