Attualità
A Monza

Risse e degrado sotto le finestre, Artigianelli nel mirino

Ai giardinetti di via Gramsci la fila di bottiglie vuote, urla e liti tra ubriachi segnalati dal controllo

Risse e degrado sotto le finestre, Artigianelli nel mirino
Attualità Monza, 21 Luglio 2022 ore 16:42

Risse tra ubriachi, liti a bottigliate, urla e schiamazzi e tanto, tantissimo degrado. I residenti della zona degli Artigianelli a Monza sono ripiombati nell’incubo dopo che per qualche mese la situazione era visibilmente migliorata anche grazie a una serie di operazioni delle Forze dell’ordine atte a disincentivare la vendita di droga.

Degrado agli Artigianelli

Basta farsi un giro alla domenica mattina per trovare i «resti» della baldoria della sera prima. Decine di bottiglie di vetro oltre a rifiuti di ogni tipo abbandonati nei giardinetti di via Gramsci, tornati «ostaggio» dei delinquenti e non più fruibili dai bambini come era stato invece nell’ultimo periodo.
«Ci avevamo sperato, il sogno di vedere i più piccoli tornare in possesso dell’area giochi ci aveva reso felici, ma purtroppo le cattive compagnie sono tornate», ha spiegato il Controllo di vicinato che fa quello che può per segnalare le situazioni più gravi. All’ordine del giorno ci sono risse che necessitano dell’intervento delle Forze dell’ordine. «Tanto - aggiunge una residente attiva - che ormai i passanti cercano di evitare di transitare in prossimità dei giardinetti di via Gramsci per non imbattersi nei suoi fruitori abituali». Diversi, rispetto a quelli che avevano occupato mesi prima la piazza dello spaccio, ma comunque «poco raccomandabili».

Cambiano i fruitori, resta l'allarme

«Stavolta la vendita di droga è stata sgominata ed è cambiata anche la tipologia di persone, non solo extracomunitarie, ma restano le situazioni di pericolo e degrado - continuano i residenti - Può capitare di imbattersi in chi urina nei giardinetti o basta farsi un giro alla mattina nei weekend per rendersi conto di cosa è successo. Gli anziani hanno paura e non è giusto».
A rendere più pericolosa la zona c’è anche il fatto che sia scarsamente illuminata. «Anche qui abbiamo assistito a un miglioramento nell’illuminazione, con un bel pilone funzionante, ma ora tutto si è “spento” - ha chiosato il Controllo di Vicinato - Urge un intervento da parte del Comune per illuminare in tutti i sensi la zona oggi particolarmente degradata».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie