Attualità
Vimercate

Ruginello ha la sua nuova casa

Inaugurato dal sindaco il nuovo centro civico della frazione: ospita la Posta, la biblioteca, le associazioni e una sala polifunzionale.

Attualità Vimercatese, 23 Giugno 2022 ore 08:36

Ruginello ha la sua nuova casa. Si è tenuta nella serata di ieri, mercoledì 22 giugno,  l'inaugurazione del centro civico della frazione di Vimercate.

La vecchia scuola della frazione

Un momento atteso da tempo dai residenti di Ruginello che si riappropriano quindi di quella che in passato è stata la scuola della frazione, per poi diventare la sede della Posta e di una piccola biblioteca.

Un edificio, posto proprio accanto alla chiesa, che da tempo versava in pessime condizioni , riqualificato per volontà della precedente amministrazione 5 Stelle guidata da Francesco Sartini e inaugurato dall'attuale sindaco di centrosinistra Francesco Cereda.

La benedizione e il taglio del nastro

Tante le persone presenti. Tra loro anche la presidente della Consulta di Ruginello, Cinzia Nebel, che ha tagliato il nastro insieme al primo cittadino, e il parroco don Luigi Stucchi che ha impartito la benedizione ai nuovi locali.

Posta, sala polifunzionale e sedi delle associazioni

Al piano terreno in particolare è stato ricavato un nuovo spazio per l'Ufficio postale che, si spera, riaprirà entro l'estate o al massimo all'inizio dell'autunno, e per una biblioteca di quartiere. Realizzata anche una nuova sala polifunzionale per le sedute della consulta, assemblee, riunioni ed altri eventi. Al primo piano spazio alle sedi delle associazioni. Già presente Avis, presto toccherà ad altri sodalizi trasferirsi nella nuova casa.

Le richieste della Consulta

Grande soddisfazione durante la cerimonia è stata espressa dal sindaco Francesco Cereda e dalla responsabile  della Consulta di Ruginello Cinzia Nebel che, al termine della cerimonia, ha presieduto una seduta della Consulta alla presenza del sindaco e dell'assessore Riccardo Corti. Diversi i temi trattati: la riapertura dell'Ufficio postale, la destinazione dello stabile di via Maria Ausiliatrice, sequestrato alla malavita e ora di proprietà del Comune, il potenziamento della videosorveglianza, una serie di lavori in sospeso, l'attesa per la posa di una casetta dell'acqua, le condizioni fatiscenti del cimitero e l'ulteriore potenziamento del servizio già in essere del Controllo di vicinato.

Guarda le foto

10 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie