Attualità
Desio

Salute e scuola, l'impegno dell'associazione Talità Kum in Africa

I progetti per la Repubblica Centrafricana nascono nel 1995 grazie all’impegno di due laici volontari desiani, Stefania Figini e Angelo Sala

Salute e scuola, l'impegno dell'associazione Talità Kum in Africa
Attualità Desiano, 04 Novembre 2021 ore 07:34

Salute e scuola, l'impegno dell'associazione Talità Kum in Africa. L’ultimo intervento riguarda la ristrutturazione della piccola chiesa del villaggio di Bwabuziki/Yolé nella diocesi di Bouar, nella Repubblica Centrafricana. Grande lavoro per il sodalizio che ha sede a Desio.

Salute e scuola, Talità Kum in Africa si dedica a un nuovo progetto

Uno degli ultimi progetti che registra l'impegno dell'associazione interessa la piccola chiesa del villaggio di Bwabuziki/Yolé nella diocesi di Bouar, nella Repubblica Centrafricana. Un edificio che ha bisogno di un intervento di rifacimento e ampliamento, dato che il degrado della struttura rappresenta un pericolo per i fedeli. Il progetto sostenuto dall’associazione desiana Talità Kum consiste nella messa in sicurezza del tetto e nell'allungamento della navata centrale, per un costo totale dell’opera di 15mila euro. Si può sostenere l’associazione e questo progetto tramite bonifico bancario.

Da oltre vent'anni in prima linea per portare aiuti

I progetti per la Repubblica Centrafricana nascono nel 1995 grazie all’impegno di due laici volontari di Desio: Stefania Figini e Angelo Sala. Sono partiti per l’Africa con un grande sogno, quello di realizzare uno studio dentistico all'interno della struttura del dispensario della Yolé - Bouar. Dal 1998 è nata però l'associazione con lo scopo di sostenere la Repubblica Centrafricana con progetti rivolti a due temi fondamentali per lo sviluppo: la salute e la scuola. L’associazione è sempre impegnata, organizza anche raccolte di materiale igienico-sanitario, di materiale scolastico, insieme a vendite di prodotti dell'artigianato africano e attività di formazione-informazione. Proprio ora Figini è in missione in Africa e valuterà quali sono le priorità per attivare ancora una volta la solidarietà.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie