Attualità
Musica

Sanremo, Arisa canta "Fino all'alba" scritto da La Cittadina di San Pietro Martire

Il brano è in lizza per diventare l'inno delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026.

Sanremo, Arisa canta "Fino all'alba" scritto da La Cittadina di San Pietro Martire
Attualità Seregnese, 03 Febbraio 2022 ore 17:37

Sanremo, Arisa canta "Fino all'alba" scritto da La Cittadina di San Pietro Martire. Il brano è in lizza per diventare l'inno delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026.

Arisa canta La Cittadina

"Fino all'alba". Questo il titolo della canzone scritta dal corpo musicale La Cittadina di San Pietro Martire, una delle tre bande di Seveso. Il brano è uno dei due candidati per diventare l'inno delle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026. A cantarlo per la prima volta davanti al pubblico ci ha pensato Arisa in diretta dal Teatro Ariston di Sanremo, nel corso della seconda serata del Festival. A scriverlo, in particolare, sono stati Giulio Gianni e Francesco Marrone, due straordinari ragazzi di soli 17 anni ma di grande talento.

Possibile esprimere il proprio voto

La Cittadina è come detto uno dei tre corpi musicali presenti sul territorio sevesino, insieme alla banda Santa Cecilia e alla filarmonica San Clemente di Baruccana. La banda è la più antica dei tre corpi musicali e nell'annata appena conclusa ha appena festeggiato i propri 140 anni di vita. Tanti sono i volti giovani che ne fanno parte e tra loro proprio Giulio e Francesco, autori del brano "Fino all'Alba". A scegliere quello che sarà l'inno dei prossimi giochi invernali sarà proprio il pubblico e votare è semplicissimo. Basta entrare sul sito ufficiale www.milanocortina2026.org fino al 22 febbraio 2022, salvo eventuali proroghe. Non è previsto alcun pagamento a carico di chi esprime la propria preferenza ed è possibile esprimere fino a un massimo di tre preferenze al giorno. "Il cuore ci esplode di gioia, ci sembra tutto ancora incredibile" le prime parole pronunciate dai componenti del corpo bandistico.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie