Attualità
Ronco Briantino

Scuola media, fine lavori lontana: risolto il contratto con l’azienda

Dopo la diatriba con la società incaricata di realizzare l’opera, il Comune dovrà riassegnare il progetto.

Scuola media, fine lavori lontana: risolto il contratto con l’azienda
Attualità Vimercatese, 02 Ottobre 2022 ore 15:00

Lavori fermi alla scuola media di Ronco Briantino, l’Amministrazione costretta a presentare un nuovo progetto e trovare un’azienda per portare a termine l’intervento. Con buona pace di costi e tempistiche.

Scuola media, fine lavori lontana: risolto il contratto con l’azienda

Rischia davvero di non vedere fine il cantiere che porterà alla edificazione del nuovo plesso scolastico di via Mandelli: il Comune e la società edile incaricata di realizzare l’opera hanno infatti risolto il contratto d’appalto. Colpa di un contenzioso che il privato ha aperto nei confronti dell’ente pubblico ormai un anno fa e che si è concluso durante l’estate. Una mossa dettata sostanzialmente dall’emergenza Covid che durante il 2020 aveva colto tutti di sorpresa. I lavori per la nuova scuola media erano appena stati avviati, ma l’emergenza sanitaria e l’improvviso aumento delle materie prime avevano creato non pochi grattacapi all’azienda soprattutto a livello economico. Comunicata l’indisponibilità a procedere con i lavori, tra la ditta e il Comune si è aperta una diatriba a colpi di avvocati e carte bollate.

Contratto risolto

Alcune settimane fa, però, è arrivata la chiusura di questo fronte, con il contratto che è stato definitivamente risolto e il cantiere rimesso nelle mani dell’Amministrazione pubblica. Non prima di aver proceduto con tutte le perizie tecniche del caso, disposte dal Tribunale per certificare lo stato dell’arto e quantificare il lavoro condotto fino a questo punto. Un passaggio ritenuto necessario al fine di predisporre un nuovo progetto da affidare a una nuova azienda. Che, a questo punto, avrebbe il compito di portare a termine il tanto atteso intervento.

«La vicenda si è chiusa, anche se purtroppo lascia degli strascichi su un progetto di grande importanza come quello della nuova scuola: come Amministrazione, comunque, abbiamo davvero fatto tutto quello che era nelle nostre facoltà per tutelare gli interessi della comunità - le parole del sindaco Kristiina Loukiainen - C’è ancora molto lavoro da fare, l’azienda era arrivata quasi alla conclusione dello scheletro della struttura principale, dunque possiamo dire di essere a poco meno di metà opera. Ci siamo già attivati per arrivare al secondo progetto, dopodiché procederemo con una nuova assegnazione dell’appalto».

Capitolo costi

A farne le spese non sarà solo la tabella di marcia, ormai saltata da tempo per tutte le cause già citate, ma anche il capitolo costi. La crisi dei materiali e l’impennata dei costi che ha colpito praticamente tutti i settori non farà sconti nemmeno per la scuola. L’appalto iniziale prevedeva una spesa complessiva di 1 milione e 225mila euro (più altri 32mila euro per spese tecniche), ma è facile prevedere che essa dovrà essere rivista sensibilmente al rialzo.

«Per quanto riguarda le tempistiche è difficile dare una stima, anche perché parliamo di una trafila tecnica e burocratica piuttosto lunga e complicata - prosegue il primo cittadino - Anche i costi saranno sicuramente più alti rispetto a quelli ipotizzati in prima battuta. Come sempre, faremo un passo alla volta, tenendo sempre presente l’interesse principale della comunità, che in questo caso resta quello di avere a disposizione la nuova scuola il prima possibile».

Seguici sui nostri canali
Necrologie