Attualità
A Monza

Scuolabus sempre in ritardo, genitori imbufaliti

Dopo un cambio di percorso, sono stati lamentati disservizi

Scuolabus sempre in ritardo, genitori imbufaliti
Attualità Monza, 20 Ottobre 2021 ore 14:06

"E' bastato cambiare il percorso perché lo scuolabus arrivi in ritardo". I disagi sono stati sollevati dai genitori  che usufruiscono del servizio di trasporto scolastico comunale a Monza  per raggiungere la scuola media «Elisa Sala».

Scuolabus in ritardo

Un cambio di percorso e di orario dello scuolabus comunicato all’ultimo (con il rischio che molte famiglie non vedessero la mail e non ne fossero informate) e con la beffa che adesso a scuola i loro figli arrivano in ritardo.
Sono sulle barricate i genitori di via Volta per i disguidi avuti con il servizio di trasporto comunale che accompagna i bambini alla scuola media «Elisa Sala».
A farsi portavoce della protesta Cristoforo Acampa, che spiega: «Usufruiamo del servizio da ormai sei anni, prima con un figlio e ora con la secondogenita. I ragazzini di via Volta erano i più vicini all’Elisa Sala e venivano presi dallo scuolabus per ultimi alle 7.40 - ha spiegato - Un mese fa, il cambiamento poco dopo dall’inizio della scuola: sarebbero stati i primi a salire alle 7.18 e si sarebbero così fatti tutto il tour di Monza per poi arrivare all’istituto, passando anche per via Lario. E con l’assurdità che prima il pulmino arrivava puntuale e ora capita che a scuola ci arrivi pure in ritardo. Nostra figlia un giorno, ad esempio, ha perso dieci minuti della verifica di francese».

L'appello al Comune

Acampa ha anche scritto al Comune per cercare di risolvere il disagio. «Siamo stati avvertiti via mail il venerdì per il lunedì e oltre alla comunicazione non molto appropriata che ha rischiato di lasciare dei ragazzini giù dallo scuolabus, ci siamo scontrati con i disservizi e quando ne abbiamo chiesto conto in Comune le risposte sono state sbrigative». Dal canto suo il settore Istruzione fa sapere «che in seguito al monitoraggio degli orari, al fine di contenere il ritardo e il tempo complessivo di percorrenza, l’Azienda incaricata del servizio ha proposto una modifica dell’itinerario che evitasse le vie di maggior congestione (via Volta e via Manara) negli orari di punta, percorrendole nella prima parte del tragitto quando il traffico è più scorrevole». Ma che lo scuolabus così arrivi prima all'istituto non è quello che sostengono i genitori.

L'ultima richiesta

A questo punto i coinvolti hanno scritto ancora in Comune chiedendo di poter usufruire solo del ritorno e non dell’andata con relativo dimezzamento della tariffa. Qualcuno, invece, ha rinunciato e va a scuola a piedi.
«Anche questa soluzione ci crea un disservizio, ma siamo costretti comunque ad accompagnare nostra figlia perché il nuovo tragitto cambiato dopo 10 anni senza problemi, adesso la fa arrivare in ritardo, creandole disagi quando ha una verifica alla prima ora. Ad oggi solo il ritorno ancora rispetta gli accordi al tempo dell'iscrizione. Perché non ammettete l’errore? Abbiamo provato il vecchio percorso e continua a restare quello più veloce», ha scritto una mamma all’Ufficio Scolastico del Comune.

La questione in Consiglio comunale

Ormai inferociti nel non ricevere risposta alla richiesta di ripristinare il vecchio tragitto, i genitori si sono rivolti anche al consigliere comunale del Pd Egidio Riva che  ha denunciato per mezzo di un’interrogazione in Consiglio comunale la situazione. Il capogruppo dem ha anche chiesto per quale motivo le richieste delle famiglie non siano state adeguatamente considerate e quali soluzioni si intendano adottare per far fronte alle problematiche evidenziate.

Necrologie