Attualità
Gemellaggio

Seregno rafforza l’amicizia con Sant’Agata

Domenica pomeriggio l’incontro in sala civica Gandini promosso dal Comitato per il gemellaggio, alla presenza del sindaco calabrese Mario Nocito.

Seregno rafforza l’amicizia con Sant’Agata
Attualità Seregnese, 03 Luglio 2022 ore 17:00

Si rinnova l’amicizia di Seregno con la comunità di Sant’Agata d’Esaro, con un’attenzione particolare ai giovani e alle attività produttive.

Seregno rafforza l’amicizia con Sant’Agata

«In questo ultimo anno e mezzo si sono creati dei rapporti, prima di tutto a livello umano, molto solidi - ha dichiarato il sindaco santagatese Mario Nocito, domenica ospite in sala Gandini - Tanti nostri concittadini sono emigrati a Seregno in cerca di un futuro migliore: storie belle, ma anche tristi. Rimane ancora oggi un grosso divario tra nord e sud sulle politiche di sviluppo e sulle risorse. Per questo il gemellaggio è cruciale per favorire la crescita economica di Sant’Agata e promuovere il nostro bellissimo territorio».

Nasce il gruppo giovani del comitato

Per trasmettere questa amicizia alle future generazioni è nato il gruppo giovani del comitato: «Ne fanno parte una cinquantina di ragazzi tra Seregno e Sant’Agata - ha spiegato Paolo De Santis del comitato - L’obiettivo è fare in modo che ci sia uno scambio culturale, ma soprattutto lavorativo. Non vogliamo più vedere i nostri giovani, come ho fatto io a 16 anni, costretti a venire al nord a cercare lavoro, abbandonando la famiglia. Perché, nonostante le opportunità e la possibilità, quello che rimane è la nostalgia e il rimpianto di non aver passato del tempo con i genitori e gli affetti. Vorremmo quindi promuovere le nuove imprese santagatesi, raccontandole e investendo nella creazione di posti di lavoro».

Un gemellaggio nato dal basso

Il rapporto tra le due comunità si è rafforzato. «Lo scorso anno guardavo le foto di Sant’Agata con curiosità, ora con la nostalgia di ritornare  - ha aggiunto il sindaco Alberto Rossi - Il gemellaggio è nato dal basso, grazie ai santagatesi che si sono trasferiti nella nostra città,  e si è rinsaldato lo scorso anno per il trentennale».
«E’ bello conoscere una comunità che ha contribuito con la forza lavoro a rendere grande la Lombardia - ha aggiunto il consigliere regionale Alessandro Corbetta - Anche in Calabria bisogna far emergere queste forze sane». I prossimi appuntamenti sono in autunno  la Messa a San Carlo (dove è nato il gemellaggio) e l’immancabile Sagra della Castagna a Sant’Agata: «Stiamo organizzando anche una sagra di prodotti santagatesi a Seregno», ha concluso la presidente del comitato, Giovanna Rumbolo

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie