Attualità
Cesano Maderno

Servizi sociali: con la pandemia sono raddoppiate le persone assistite

L'assessore ha fatto il punto in commissione, nel 2020 aiuti a 2620 utenti per una spesa di quasi quattro milioni di euro.

Servizi sociali: con la pandemia sono raddoppiate le persone assistite
Attualità Seregnese, 17 Novembre 2021 ore 16:39

Servizi sociali, con la pandemia sono raddoppiate le persone assistite. L’assessore Paolo Alberto Vaghi ha fatto il punto in commissione Servizi alla Persona sull’attività relativa al 2020.

Servizi sociali: con la pandemia sono raddoppiate le persone assistite

Un anno impegnativo, che ha visto gli Uffici del Comune in prima linea nel far fronte all’emergenza sociale generata dal Covid-19. I numeri parlano di "un impegno straordinario sotto ogni punto di vista, delle risorse messe in campo, dell’organizzazione dei servizi, ma anche della 'resilienza' degli Uffici. L’impatto generato dall’emergenza sanitaria è stato fortissimo. L’aumento della precarietà lavorativa e abitativa ha fatto crescere i bisogni e aggravato situazioni già difficili. Nello stesso tempo la digitalizzazione, cresciuta per forza di cose con il lockdown, ha comportato la necessità di una maggiore assistenza al pubblico per consentire l’accesso e la fruizione dei servizi.

Impegno a 360 gradi

“L’attività svolta nel 2020 - afferma l’assessore ai Servizi alla Persona, Paolo Alberto Vaghi - ha comportato un impegno a 360 gradi della nostra struttura. Le persone che lavorano ai Servizi sociali, che ringrazio per la grande dedizione e professionalità, già normalmente sono chiamate ad un lavoro importante. Il nostro standard pre-Covid era di circa 1200/1300 cittadini presi in carico, situazioni riferite perlopiù al mondo degli anziani, della disabilità, della povertà. Con la pandemia siamo arrivati ad avere circa 2600 persone, assistite attraverso i buoni spesa (1083 persone) e i contributi, in particolare destinati all’affitto. Il personale si è misurato con numeri impressionanti. Da questo punto di vista, vorrei sottolineare come il rapporto di collaborazione con le associazioni del territorio, che la nostra Amministrazione ha sempre promosso nell’ottica della sussidiarietà, rappresenti un grande valore, traducendosi in un livello elevato di efficienza e vicinanza alle persone in difficoltà. Un modello virtuoso di cui siamo orgogliosi”.

Ecco i dati relativi ai vari servizi erogati

Questi i dati relativi ai diversi servizi. Nel 2020 sono state oltre 430 le persone che hanno usufruito dei servizi del Comune nell’ambito minori e famiglia e oltre 400 le persone per quanto riguarda il servizio disabili; circa 1490 le persone per quanto attiene al servizio povertà e circa 300 gli utenti tra le persone anziane. In tutto oltre 2620 utenti, per una spesa di 3 milioni 915 mila euro, coperta per il 75,42 per cento dal Comune.

Un impegno che è proseguito nel 2021

Un impegno che è proseguito con uguale intensità nel 2021. Per quel che riguarda minori e famiglie, nel primo semestre 2021 gli interventi di prossimità e domiciliarità sono continuati in presenza. Gli interventi di assistenza scolastica a portatori di handicap sono stati effettuati nelle scuole in presenza e, nel caso di quarantene, nonché nel periodo di lockdown del marzo scorso, da remoto con modalità già sperimentate e consolidate nel precedente anno scolastico. In merito alle persone con disabilità prosegue l’impegno nel garantire, all’interno di percorsi individualizzati, la più ampia offerta e un miglioramento continuo dei servizi: trasporto, assistenza domiciliare, centri diurni disabili, centri socioeducativi, servizi formazione autonomia, avviamento al lavoro. È continuata la collaborazione con Auser e Croce Bianca per l’accompagnamento sociale. È in fase di sviluppo la co-progettazione in materia di co-housing con alcuni dei partner del progetto TikiTaka - CoDeBri con la destinazione dell’appartamento, ristrutturato e adeguato, di proprietà comunale di via Cesare Battisti, 27, uno dei beni confiscati alla mafia, per la realizzazione di progetti di housing ed inclusione.

Interventi per le povertà

In merito alle povertà sono stati effettuati interventi volti all’erogazione di contributi economici. Nel territorio di Cesano Maderno sono attive 7 Caritas parrocchiali, il Centro di ascolto, l’opera San Vincenzo, il Gruppo Champagnat (F.lli Maristi) e Le Stelle la cui attività integra il lavoro svolto dai Servizi sociali comunali, in una logica di rete, sussidiarietà orizzontale e welfare di comunità. Il fondo nazionale di Solidarietà Alimentare è stato gestito per l’anno 2021 in collaborazione con CoDeBri ed è stato riconfermato il sostegno, con quasi 15 mila euro, al Terzo settore del territorio impegnato nell’acquisto e nella distribuzione alla comunità di beni alimentari e prodotti di prima necessità.

Gli interventi per andare incontro alle persone anziane

Infine, per le persone anziane è proseguita l’erogazione di servizi in ragione dei seguenti bisogni: trasporto, assistenza domiciliare, ricoveri e ospitalità, pasti. Ampliato il servizio pasti a domicilio, garantendolo 7 giorni su 7 sia per il pranzo che per la cena. Implementati i servizi di consegna gratuita di medicinali a domicilio, in collaborazione con Croce Bianca e le Farmacie del territorio e di accompagnamento gratuito per i centri vaccinali, avvalendosi del convenzionamento con l’Associazione di volontariato Croce Bianca Milano Onlus e Auser, sezioni di Cesano Maderno. Il servizio di assistenza domiciliare finalizzato all’igiene e alla cura della persona è proseguito regolarmente. Si è registrato un aumento delle richieste di accesso.

 

Necrologie