Attualità
Festa dei lavoratori

Sindacati in piazza per un 1 Maggio all'insegna della pace

L'iniziativa organizzata da Cgil, Cisl e Uil in centro Monza

Sindacati in piazza per un 1 Maggio all'insegna della pace
Attualità Monza, 01 Maggio 2022 ore 17:38

E' stato un Primo Maggio all’insegna della pace, quello celebrato oggi a Monza dai sindacati  Cgil Cisl Uil territoriali.

L'iniziativa dei sindacati

La centralissima piazza  Roma ha fatto da cornice alla manifestazione organizzata dai sindacati confederali. Ribadita la condanna dell’aggressione russa ai danni del
popolo ucraino, le tre organizzazioni sindacali hanno chiesto il ritorno alla stabilità internazionale. Il discorso ufficiale è stato tenuto da Angela Mondellini, segretaria generale Cgil Monza Brianza, a nome delle tre sigle sindacali, rappresentate da Mirco Scaccabarozzi, segretario generale Cisl Monza Brianza Lecco, e Abele Parente, segretario generale Uil Monza Brianza.

«Dopo due anni di pandemia l’economia del territorio si stava riprendendo. Ci siano trovati di fronte a questa guerra, che ha messo in forse il rilancio», ha rimarcato.

La responsabile della Cgil brianzola, parlando delle conseguenze della crisi ucraina, ha evidenziato l’importanza di un’accoglienza «per tutti». «Il Primo Maggio  è la Festa dei lavoratori, ma anche di chi ha perso il lavoro e dei pensionati. Di fronte all’aumento del costo della vita, dobbiamo impegnarci per mantenere intatto il potere di acquisto, attraverso la contrattazione e le politiche sindacali. La crisi ha aumentato le disuguaglianze: la forbice tra chi sta bene e chi sta male si è divaricata. Questa forbice deve essere richiusa».

E Scaccabarozzi ha aggiunto: «Sul territorio la situazione stava migliorando, nonostante alcune criticità, come la scarsità delle materie prime. Sotto il profilo
occupazionale, chiediamo un cambiamento della natura dell’occupazione, verso una maggiore qualità del lavoro. Attualmente solo il 32% delle lavoratrici e dei lavoratori ha un contratto a tempo indeterminato. Il Pnrr può essere un’occasione per una svolta, ma dobbiamo vigilare affinché gli interessi delle mafie vengano neutralizzati».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie