A Cesano Maderno

Stop Tampon Tax nelle farmacie comuali: la proposta di Passione Civica

"I prodotti igienici femminili sono senza dubbio beni di primaria importanza per le donne".

Stop Tampon Tax nelle farmacie comuali: la proposta di Passione Civica
Attualità Seregnese, 05 Maggio 2021 ore 09:49

Stop Tampon Tax nelle farmacie comunali di Cesano Maderno: lo chiede Passione Civica all'Amministrazione comunale.

Stop Tampon Tax nelle farmacie comunali

Con una mozione presentata ieri, martedì 4 maggio, in Municipio, il capogruppo di Passione Civica, Raffaele Di Staso, chiederà al Consiglio comunale di impegnare il sindaco e la Giunta a intervenire sulla Tampon Tax in attesa che “anche il nostro Paese riconosca come beni primari i beni igienici femminili e riconosca le relative agevolazioni fiscali”.

La richiesta all'Amministrazione comunale

In Italia i prodotti sanitari per il ciclo mestruale sono sottoposti all'lva del 22 per cento, l'aliquota massima contemplato dal sistema fiscale. In particolare, Di Staso proporrà di verificare con Assp, la partecipata del Comune che gestisce le farmacie comunali della città, la possibilità di applicare "prezzi particolarmente contenuti e promozionali sui prodotti sanitari e igienici femminili, ed ogni altra eventuale iniziativa per migliorare la disponibilità e l'educazione all'uso di questi prodotti da parte delle donne ed in particolare delle fasce più svantaggiate".

"Uno sconto su assorbenti e coppe mestruali"

Di Staso chiederà inoltre di tenere in considerazione la proposta di applicare uno sconto su tamponi interni, assorbenti igienici, coppe e spugne mestruali, in modo tale da proporre alla clientela un prezzo finale identico a quello che sarebbe con Iva al 4 per cento, l'aliquota minima applicata in Italia ai generi di prima necessità.

Gli assorbenti sono beni di primaria importanza

“I prodotti igienici femminili, stando al principio incontrovertibile dell'involontarietà del ciclo mestruale, sono senza dubbio beni di primaria importanza per le donne. Considerato che una donna, dalla pubertà alla menopausa, affronta circa 540 cicli mestruali e prevedendo in media l'utilizzo di quattro assorbenti al giorno, si ottengono un totale di circa 12mila assorbenti utilizzati nell'arco di un'intera vita e una spesa totale di 2.500 euro, di cui 451 di Iva, il 22 per cento”.

Necrologie