Attualità
In tv

Sul set della fiction "Vostro onore" con Stefano Accorsi

Massimo Bacciu: "Per cambiare lavoro e fare l'attore ormai è tardi, ma finchè mi diverto..."

Sul set della fiction "Vostro onore" con Stefano Accorsi
Attualità Seregnese, 01 Aprile 2022 ore 14:48

Massimo Bacciu ha fatto la comparsa nella fortunata fiction Rai "Vostro onore" con Stefano Accorsi.

Sul set della fiction "Vostro onore" con Accorsi

Gli amici e i conoscenti da una settimana lo chiamano "signor procuratore". E lui ribatte divertito con un: "Adesso vi faccio l’autografo". Massimo Bacciu, 61 anni, casa a Seveso ma per anni residente a Cesano Maderno, fotografo professionista conosciuto come Max Ciuba, è finito in televisione. Ha fatto la comparsa nella fortunata fiction Rai "Vostro onore" con Stefano Accorsi e, nelle vesti di serissimo procuratore, è stato più volte inquadrato in una delle scene principali dell’ultima puntata.

"Io e mia moglie ci divertiamo tantissimo"

"Il fotografo lo faccio ancora, e per fare l’attore ormai è tardi - commenta con ironia - Ma finché mi chiameranno per fare la comparsa in spot pubblicitari, film o fiction, andrò. Anzi, andremo, visto che quasi sempre la proposta arriva anche a mia moglie. Ci divertiamo tantissimo". L’esperienza dei Bacciu davanti alla telecamera era iniziata un po’ per gioco e un po’ per necessità,  come conseguenza dell’emergenza Covid che aveva ridotto drasticamente eventi, cerimonie e feste. Prima uno spot diretto da Gabriele Muccino, poi il film "House of Gucci" con Lady Gaga. Da allora non si è mai fermato.

Aspettando la seconda stagione

La permanenza sul set della serie tv con Accorsi è durata due giorni, la scorsa estate. "A Milano faceva un caldo terribile - ricorda Bacciu - Un giorno abbiamo girato nell’aula di una scuola trasformata in aula di tribunale, per la scena in cui il giudice Pagani, interpretato da Accorsi, rinuncia all’incarico di presidente del Tribunale, e un giorno, era un sabato, la scena in cui il giudice esce dal Tribunale dopo la clamorosa rinuncia e scende la scalinata accerchiato dai giornalisti".  Il set era ovviamente blindatissimo. "Non sapevamo la trama della fiction: per scoprirla abbiamo dovuto aspettare la messa in onda degli episodi. Una seconda stagione? Chissà. Certo è che se ci richiamassero ne saremmo contenti".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie