Attualità
Lo sfogo

Automobilisti esasperati per i lavori in Superstrada

La lettera ad Anas e Polizia di Stato scritta da uno dei tanti viaggiatori alle prese con i disagi per i cantieri diurni lungo la Valassina

Automobilisti esasperati per i lavori in Superstrada
Attualità Brianza, 10 Luglio 2022 ore 12:45

Per i lavori diurni di manutenzione, tutti in coda sulla Superstrada. "Non se ne può più". E' la denuncia di uno dei tanti automobilisti esasperati che, ogni giorno, è costretto a percorrere la Superstrada Milano - Lecco, che attraversa la Brianza. Ha preso carta e penna e ha scritto una lettera all'attenzione di Anas, che gestisce la superstrada, e alla Polizia di Stato.

Automobilisti esasperati per i lavori in Superstrada

Ecco il testo integrale della lettera scritta dall'automobilista sugli interventi di manutenzione in Superstrada.

Segnalo che sono più di 2/3 settimane che costantemente bisogna stare in coda anche per 1 ora fra il tratto da Milano Fulvio Testi  - zona Desio centro da Milano verso Lecco e la fine di lavori del vostro cantiere mobile.

Mi sovviene l'evidenza che probabilmente chi ha preso questa scellerata decisione di far lavorare di giorno per il rifacimento del manto stradale l'impresa incaricata forse non si rende conto dei notevoli disagi che causa continuamente e quotidianamente.

L'ultima volta che sono ritornato da Milano ho percorso quel tratto di cui all'oggetto impiegando 45 minuti sotto il sole alla temperatura di 37 gradi. Per non parlare poi delle decine di miglia di mezzi, auto, camion, furgoni ecc, che stanno in coda per ore, consumando carburante, inquinando l'ambiente, impegnando mezzi e risorse inutilmente quando le lavorazione che abbiamo visto, posso essere fatte normalmente la notte così come sovente e spesso accade per la Superstrada 36.

Ma per questa situazione nulla è stato fatto per poi verificare che alle 16.30, nessuno è al lavoro, ma le code che si sono formate sono lunghissime !!! E poi si parla di contenimento dei consumi, del risparmio energetico, ma in questa situazione mi sembra che forse gli unici a risparmiare siano stati  quanti  appaltato i lavori a danno dell'intera collettività, è proprio un bell'esempio... Invito chi di competenza, ad attivarsi immediatamente per far cessare questa incresciosa situazione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie