Attualità
Progetto

Un bosco a tutela dell'ambiente e della socialità

Piantati a Vimercate 1000 esemplari di alberi nel "Bosco comunitario Oplà!"

Un bosco a tutela dell'ambiente e della socialità
Attualità Vimercatese, 23 Ottobre 2022 ore 11:36

Un nuovo bosco a Vimercate, con il duplice fine di apportare benefici ambientali e sociali al territorio locale: è quello creato dalla Cooperativa sociale Oplà!

Il nuovo bosco

Sono state infatti piantate dai volontari oltre 1000 specie arboree e arbustive autoctone, coltivate in vivai locali per due anni e selezionate accuratamente al fine di ricreare un ecosistema adatto: andranno a formare un Querco-Carpineto, formazione forestale tipica della Pianura Padana. L’attività è stata realizzata in collaborazione con Rete Clima, impresa sociale non profit che da 11 anni promuove azioni di sostenibilità e di decarbonizzazione a favore delle aziende.
L’intervento di forestazione  ha visto coinvolti i bambini e le bambine del Nido e della Scuola d’Infanzia Oplà e della scuola primaria Ungaretti di Ruginello di Vimercate che, con i loro genitori, le educatrici e le insegnanti, hanno piantato 1000 esemplari di alberi e arbusti. Ad assistere all’evento di forestazione anche Silvano Brambilla, presidente del Parco PANE, Maria Teresa Foà, assessore alla Cura delle persone al Comune di Vimercate e Sergio Frigerio, assessore alla cura della città.

Vimercate Bosco Comunitario Oplà
Foto 1 di 3
Vimercate Bosco Comunitario Oplà
Foto 2 di 3
Vimercate Bosco Comunitario Oplà
Foto 3 di 3

Ambiente ma non solo

Il “Bosco Comunitario Oplà!” non apporterà solo benefici ambientali alla comunità locale, ma promuoverà  esperienze di educazione, incentrate sul rapporto armonico tra persona/bambino e ambiente naturale, che coinvolgono i diversi soggetti della Comunità Educante
(famiglie, agenzie educative, scuole, servizi per l’infanzia, associazioni e istituzioni locali) in un processo dialogico e collaborativo.
Il Bosco Comunitario Oplà! diventerà uno spazio aperto di espressione e valorizzazione della personalità e delle abilità di ciascuno, a partire da un nuovo impegno educativo condiviso, in cui bambini e bambine assumano il ruolo di protagonisti, mentre gli adulti di riferimento diventano costruttori di contesti di senso educativo e di valore didattico privilegiando la dimensione
esperienziale del fare/pensare insieme.

L’attività di forestazione è stata realizzata grazie al sostegno di E.ON all’interno del progetto “I Boschi E.ON” un progetto ambizioso che promuove la riforestazione di aree sul territorio italiano selezionate presso riserve naturali, parchi nazionali e regionali. L’iniziativa rappresenta il più rilevante progetto di forestazione mai portato avanti da un’impresa privata in Italia: ad oggi, sono 108.389 gli alberi piantati per un totale di 43 boschi in 8 diverse regioni italiane e la stima delle tonnellate di CO2 assorbite da questi alberi è pari a 76.700.

I commenti

“Piantare 1000 nuovi alberi  è un investimento sul futuro, quello che come Oplà facciamo ogni giorno insieme alle famiglie, educatrici ed insegnanti - ha detto Laura Moretti, coordinatrice pedagogica di Oplà - Piantare un bosco, aspettare che cresca e metterlo a disposizione di tutti è un segno del nostro impegno, condiviso con le famiglie e la comunità, per costruire un ambiente più accogliente e capace di far crescere bambini e bambine, nel rispetto delle diversità e nella generazione condivisa di beni comuni”.

E Andrea Pellegatta, co-fondatore di Rete Clima ha aggiunto:

“Le attività di forestazione Rete Clima prevedono la piantagione e la cura post impianto per 3 anni di piante autoctone, appartenenti a
diverse specie arboree ed arbustive, tipiche dell’Ecoregione della Pianura Padana. Le piante sono coltivate nei vivai locali perché lo scopo dei progetti è anche quello di valorizzare la filiera florovivaistica italiana. Tutte le piante sono inoltre accompagnate da Passaporto fitosanitario, che garantisce il controllo, la tracciabilità e l’assenza di malattie la cui diffusione potrebbe causare gravi danni economici ed ambientali".

La campagna Foresta Italia

Rete Clima opera come ente no profit da oltre 10 anni e realizza progetti di nuova forestazione urbana nazionale aperti al finanziamento delle Aziende. Le attività di forestazione della campagna Foresta Italia prevedono la piantagione e la cura post impianto per 3 anni di alberi su territorio italiano; queste attività di rinaturalizzazione territoriale generano molti benefici ambientali e sociali, migliorando la salute e la sensibilità delle persone coinvolte.
La campagna Foresta Italia prevede la messa a dimora di piante autoctone, appartenenti a diverse specie arboree ed arbustive adatte alle zone d’intervento. Si tratta di piante coltivate nei vivai locali e certificate, accompagnate dal Passaporto fitosanitario che ne garantisce il controllo, la tracciabilità e l’assenza di malattie, la cui diffusione potrebbe causare gravi danni economici ed ambientali.
La Campagna Nazionale Foresta Italia promossa da Rete Clima, in partnership con Coldiretti e PEFC, ha ricevuto il patrocinio morale del MITE (Ministero della Transizione Ecologica) e del MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) per il suo alto valore ambientale.

Seguici sui nostri canali
Necrologie