Attualità
Giussano

Un painese "sbanca" su Spotify

Nuovo importante successo musicale per Roberto Colzani che si definisce un «cantautore pop rock».

Un painese "sbanca" su Spotify
Attualità Caratese, 07 Novembre 2021 ore 18:00

Spotify, l’applicazione più famosa al mondo per ascoltare musica, ha scelto una sua foto per la copertina della playlist «Scuola Indie« che ad oggi vanta quasi 28mila seguaci. Continua con il turbo e non accenna a fermarsi l’avventura musicale di Roberto Colzani, in arte Colzani, classe 1996 residente in città, che ormai da più di un anno macina singoli e numeri altissimi.

Un painese "sbanca" su Spotify

Se non sapete cosa sia una playlist di Spotify non preoccupatevi, è molto più facile di quello che sembra: si tratta infatti semplicemente di un insieme di canzoni di diversi artisti, raggruppate sotto un titolo comune che di solito rappresentano il genere di riferimento che si può trovare all’interno della compilation. Se si vuole affrontare per la prima volta uno stile musicale poco conosciuto questo è quindi un ottimo modo. Roberto è stato scelto, in questo caso, per rappresentare la playlist “Scuola Indie” che raggruppa tutte le nuove generazioni di musicisti e cantautori indipendenti.

I due brani scelti

Due sono le canzoni di Colzani scelte dalla piattaforma per descrivere al meglio queste nuove leve: l’ormai famosa «Sembra di essere al mare», che vanta duecentomila ascolti, e la nuova uscita «Fiori Blu» pubblicata da Roberto lo scorso venerdì. «Sono felicissimo, è stato tutto un po’ inaspettato, e sono veramente molto soddisfatto dei traguardi raggiunti» ha commentato. La sua musica non è passata però inosservata. La sua «Sembra di essere al mare» ha infatti catturato l’attenzione di «Ada Music», sezione dedicata alla musica emergente della famosissima Warner Italia, che ha proposto a Colzani di collaborare alla distribuzione proprio della nuovissima «Fiori Blu». Non solo pero Scuola Indie, le sue canzoni sono state scelte anche per la playlist «Indie Italia» creata proprio per raggruppare il meglio della musica cantautorale italiana indipendente. Ma attenzione a non confonderlo per un artista dell’ormai popolare genere indie. «Ad oggi si tende a catalogare tutto con questa etichetta. Io comunque continuo a sentirmi molto di più un cantautore più vicino al pop e al rock melodico» ha ironizzato Roberto. La sua avventura continua anche dal vivo, con concerti ed eventi, come il prossimo, fissato in data 13 novembre, al Mare Culturale di Milano.

Necrologie