Attualità
Sinergia

Un protocollo tra Comune e Gdf per "proteggere" il Pnrr

Legalità e lavori nei tempi: questi i capisaldi dell'accordo firmato questa mattina a Monza

Un protocollo tra Comune e Gdf per "proteggere" il Pnrr
Attualità Monza, 14 Dicembre 2022 ore 12:56

Il Comune di Monza e il Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno siglato oggi, mercoledì 14 dicembre,  un protocollo d’intesa per rafforzare le azioni a tutela della legalità dell’azione amministrativa relativa all’utilizzo di risorse pubbliche e, in particolare, di quelle destinate al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nel territorio del capoluogo brianzolo, nonché a tutela del segmento di spesa delle prestazioni sociali.

Il protocollo tra le due Istituzioni

L’accordo, firmato dal sindaco Paolo Pilotto e dal comandante provinciale, il colonnello Maurizio Querqui, alla presenza del Prefetto di Monza e della Brianza,  Patrizia Palmisani, a testimonianza della rilevanza dell’iniziativa, è volto alla prevenzione e al contrasto, nel quadro delle rispettive prerogative istituzionali, delle condotte lesive degli interessi economici e finanziari pubblici connessi alle misure di sostegno e incentivo del PNRR, attraverso modalità condivise di coordinamento e cooperazione idonee ad intercettare casi di frode, corruzione, conflitti di interesse e duplicazione dei finanziamenti.

Il “fulcro operativo” della collaborazione prevede che il Comune di Monza comunichi al Comando Provinciale della Guardia di Finanza informazioni e notizie circostanziate ritenute rilevanti per la repressione di irregolarità, frodi ed abusi di natura economico-finanziaria di cui sia venuto a conoscenza nell’esercizio delle proprie funzioni di monitoraggio e controllo, segnalando altresì dati utili al perseguimento delle finalità collaborative, con particolare riguardo agli esecutori/realizzatori collegati alle misure di finanziamento perfezionate con l’aggiudicazione delle gare di appalto di competenza dell’Ente locale, nonché informazioni qualificate  relative a irregolarità sintomatiche di violazioni o condotte fraudolente riconducibili a uno o più soggetti beneficiari/destinatari di prestazioni sociali.

Da qui possono partire le verifiche

Sulla scorta degli elementi acquisiti le Fiamme Gialle potranno, con autonome attività di analisi, orientare e rafforzare, nell’ambito dei precipui compiti d’istituto, l’azione di prevenzione, ricerca e repressione degli illeciti economici e finanziari in danno del bilancio del Comune di Monza, dello Stato e dell’Unione Europea.

La durata del protocollo è prevista fino al completamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2026.

Anche in questo delicato comparto l’alleanza tra Istituzioni rappresenta un importante elemento di sostegno alla trasparenza e all’efficacia dell’azione amministrativa del Comune, che i Progetti PNRR tendono a rafforzare a servizio delle necessità dei cittadini - ha affermato il sindaco - Questa iniziativa si affianca alle politiche di prevenzione della corruzione che il Comune di Monza persegue da tempo e che intende ulteriormente sviluppare anche con istituzioni e soggetti pubblici e privati coinvolti nei progetti dell’Amministrazione. L’obiettivo è creare una rete solida e virtuosa capace di intercettare fin dal loro nascere situazioni e contesti dove si possano generare eventuali “zone grigie” degli interventi pubblici”.

Nell’occasione, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Monza, Col. t.ST Maurizio Querqui, ha rimarcato altri aspetti:

“Ringrazio il sindaco Pilotto e  il Prefetto Palmisani per la sensibilità istituzionale dimostrata nel percorso condiviso che ci ha condotto oggi alla sottoscrizione di questo importante Protocollo, che si aggiunge a quello già siglato con la Provincia di Monza e della Brianza. La Guardia di Finanza è una forza di polizia specializzata nel contrasto agli illeciti economico-finanziari e la tutela della spesa pubblica rientra tra le missioni istituzionali che la legge affida al Corpo, con l’obiettivo di assicurare un corretto impiego delle risorse statali e dell’Unione europea ed intercettare frodi ed infiltrazioni della criminalità. L’accordo che oggi sottoscriviamo risponde all’esigenza di ampliare il patrimonio conoscitivo ed acquisire alert di rischio da approfondire investigativamente incrociando le informazioni con quelle risultanti dalle nostre banche dati e costituisce un ulteriore presidio di legalità integrativo delle verifiche antimafia già operate, su richiesta del Prefetto, al fine di escludere infiltrazioni e condizionamenti mafiosi, sicché da orientare in maniera più efficace le attività d’indagine nei confronti dei soggetti che presentano i più elevati profili di frode. Uno spazio operativo sarà dedicato alle prestazioni sociali, per evitare abusi e consentirne il beneficio solo ai cittadini effettivamente bisognosi.”

La chiusura del prefetto Palmisani

 “Il PNRR rappresenta una eccezionale opportunità per l’intero Paese e la nostra Provincia, che potrà essere del tutto valorizzata solo in presenza di qualificate forme di cooperazione interistituzionale. Il Protocollo siglato tra Comune di Monza e Guardia di Finanza contribuisce a migliorare l’efficacia complessiva dei processi di gestione ed attuazione delle progettualità PNRR, garantendo una concreta azione di vigilanza sull’utilizzo delle ingenti risorse messe a disposizione, che eviterà, anche grazie all’espletamento di controlli antimafia, il rischio di pericolose infiltrazioni da parte della criminalità organizzata”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie