Attualità
Arcore

Una mostra unica in Italia per raccontare la storia degli Alpini

Si tratta di una esposizione di cimeli provenienti da tutta Italia che verrà organizzata ad Arcore, in Villa Borromeo, a partire dal 3 dicembre e fino all'Epifania

Una mostra unica in Italia per raccontare la storia degli Alpini
Attualità Vimercatese, 20 Novembre 2022 ore 10:46

Mostra unica nel suo genere in tutto lo Stivale e tradizionale pandoro e panettone realizzato dagli Alpini arcoresi. Le Penne Nere guidate dall'infaticabile capogruppo Valerio Viganò si apprestano a vivere un mese di dicembre davvero intenso.

Che Natale è senza il tradizionale pandoro e panettone degli Alpini arcoresi? Qualcuno l’ha già ribattezzato come un capolavoro di ingegneria rigorosamente made in Arcore. Due, dicevamo,  i fronti che vedono impegnati gli alpini arcoresi. Il primo riguarda la realizzazione della latta metallica da collezionare che contiene il tradizionale panettone o pandoro.

Dolci natalizi con dedica speciale... alla città

"Quest’anno, in stile fumetto, abbiamo voluto rendere omaggio ai quartieri della nostra città - ha spiegato Viganò - Sulla latta che contiene panettone o pandoro sono stati preparati dei disegni che poi sono stati riprodotti sulle latte e che rappresentano luoghi simbolo di Arcore: dalla Villa Borromeo a piazza Pertini (doveroso un omaggio all’artista Carlo Bestetti recentemente scomparso), passando per il Taboga, la Cascina Cà Bianca e la gloriosa squadra di ciclismo Molteni (raffigurato l’ex ciclista Eddy Merckx) e poi ancora il mito Gilera, il campovolo Bestetti, le chiese della città. Non potevano mancare gli stendardi dei rioni che, ricordiamo, vennero creati qualche anno fa proprio a seguito dell’inizio delle gare del Palio di Sant’Eustorgio. Per informazioni e prenotazioni: 351 510 1610 (solo sms e WhatsApp) oppure info@alpiniarcore.it".

La mostra in Villa Borromeo

Ma la ciliegina sulla torta per le Penne Nere è rappresentata dalla mostra che gli Alpini e l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Bono stanno organizzando in occasione del 150esimo di fondazione delle truppe Alpine.
Si tratta di un evento, unico in tutto lo Stivale, che ha ottenuto anche il patrocinio del Consiglio di Regione Lombardia e che si intitola: "Gli Alpini, una storia scritta con la penna".

Taglio del nostro il 3 dicembre

"Stiamo definendo gli ultimi dettagli che poi verranno spiegati meglio in una conferenza stampa ad hoc che verrà organizzata nei prossimi giorni - ha spiegato Viganò - In concreto si tratta di una mostra che verrà inaugurata il 3 dicembre e rimarrà aperta fino al 6 gennaio 2023 in Villa Borromeo".

I visitatori (durante i week end dalle 10 alle 18) e le scolaresche (in settimana) potranno ammirare da vicino una collezione unica nel suo genere (divise storiche degli Alpini, selle dei muli, fregi e tanto altro), messa a disposizione direttamente dallo Stato maggiore dell’Esercito e dal Museo Nazionale Storico degli Alpini si trova a Trento, sul Doss Trento, chiamato anche la "Verruca" Insomma si tratta di un evento culturale incredibilmente di lustro per la città".

Il 150esimo di fondazione delle truppe alpine

"Si tratta di una mostra che verrà realizzata proprio nell’anno del 150esimo di fondazione delle truppe alpine e che non ha eguali in tutta Italia - ha concluso Viganò - Voglio ringraziare pubblicamente il sindaco Bono perchè si tratta di un grande regalo che lui ha voluto fare a noi e a tutta la città. La mostra è curata direttamente dallo storico Paolo Paleari. Stiamo organizzando anche degli eventi a margine della mostra. Ci saranno sicuramente sorprese che non voglio svelare. Al momento posso confermare l’esibizione di ben 4 cori alpini per la serata del 9 dicembre al Teatro Nuovo. Vi aspettiamo numerosi in Villa Borromeo".

Seguici sui nostri canali
Necrologie